La svolta, cani sniffing o scanner?

cane in areoporto

Sembra che dagli Stati Uniti stia arrivando un ritorno al passato, il famoso body scanner secondo alcune forze dell'ordine non è all'altezza dei cani sniffing nella ricerca di esplosivo, alcuni esperti di sicurezza americana infatti affermano che sarebbe bene mandare questi cani altamente addestrati nella ricerca di sostanze esplosive a “spasso” per gli aeroporti, un modo veloce per dribblare il problema privacy e ottenere ottimi risultati.

Utilizzati per decenni i cani sniffing non hanno mai deluso, inoltre l'esercito degli Sati Uniti li utilizza in Afghanistan e in Iraq mentre nel mese di giugno l'Unione europea per la prima volta ha approvato l'uso di cani anti-esplosivo per controllare i passeggeri delle linee aeree.

Il motivo dell'atteso ritorno è evidente, i cani non danno fastidio, in media se si avvicinano in aeroporto gli diamo una carezza o li ammiriamo conquistati dalla loro bellezza e fierezza, ma se abbiamo qualcosa da nascondere allora non c'è possibilità di sfuggire al loro fiuto. In poche parole non infastidiscono gli onesti ma riescono perfettamente a bloccare chi trasporta qualcosa di illecito. Un buon compromesso.

Via | Thedogfiles

  • shares
  • Mail