Boots, il cane sopravvissuto a Katrina che si prende cura dei gattini

Boots, il cane sopravvissuto a Katrina che si prende cura dei gattini

Che cani e gatti siano acerrimi nemici è più spesso un mito che la realtà, come ci dimostra Boots, un cane meticcio che si prende cura dei gattini. Ecco la sua storia


Guarda la galleria: Boots, il cane bambinaia dei gattini

Boots è un cane di dodici anni, mix tra un Chow Chow e un Golden Retreiver ed è sopravvissuto all’uragano Katrina che nell’agosto del 2005, uno dei più gravi di tutta la storia degli USA come è noto. È senza dubbio un cane fortunato e riconoscente alla vita e questa sua caratteristica gli ha fatto sviluppare una dote speciale: quella di essere una sorta di bambinaia per i gattini. Sì, gattini e non cagnolini.

I volontari della Arizona Humane Society si sono resi conto di questa qualità di Boots e l’hanno assunto a tempo pieno per lavorare nel loro rifugio, al fine di fare da assistente ai gattini tra le cinque e le otto settimane di vita. Boots si prende cura, quindi, di i gattini orfani e, oltre a offrire loro il calore di cui hanno bisogno, fa in modo che vengano adottati più facilmente.

Essendo infatti cresciuti insieme a un cane, i piccoli gatti saranno più abituati a condividere i loro spazi con un cane quando saranno adottati e visto che con Boots vanno praticamente dappertutto, imparano a starsene in macchina, a non spaventarsi del rumore delle levatrici o degli altri elettrodomestici. In pratica, Boots apre a questi gattini orfani tutto un ventaglio di possibilità di adozioni che altrimenti verrebbe loro precluso.

Boots è un caso un po’ raro, certamente, ma non unico: tempo fa vi parlammo di Ginny, la cagnolina per un innato senso di maternità e attenzione verso i mici, nel corso della sua vita si è presa cura di oltre novecento gatti randagi, tanto da meritare il titolo di gatto dell’anno nel 1998.

Via | Buzzfeed

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog