Petsblog Animali domestici Perché il coniglio si arrabbia con la propria bipede?

Perché il coniglio si arrabbia con la propria bipede?

Perché il coniglio si arrabbia con la propria bipede?

Il danno è fatto! Il vostro coniglio è arrabbiato: nel video ho messo un coniglietto che ringhia. I conigli quando si arrabbiano sono “buffissimi”. Attenzione, non sto parlando di rabbia da maltrattamento: se tenete un coniglio in gabbia 24 ore su 24 e poi appena vi avvicinate vi assesta un bel morso…insomma, diciamocelo, ve la siete cercata e ve lo meritate anche. In quel caso il coniglio non è semplicemente arrabbiato, è una furia, poichè in gabbia non deve restarci mai: i conigli vivono LIBERI!

Il coniglietto del video, invece, viene “infastidito” e ringhia alla mano che gli passa davanti rapidamente. Uno dei motivi di maggior rabbia da parte del mio coniglietto è quando oso spazzare a terra le palline o il fieno che ha buttato in giro. La scopa è una nemica, le setole della scopa poi! Meritano un pessimo trattamento di morsicchiamento e un bel ringhio profondo! Non si sa mai che si spaventi e smetta di pulire. Idem l’aspirapolvere è ugualmente da sconfiggere: come osa aspirare tutto il pelo messo sapientemente in giro?

Il coniglio non vive sereno e diventa nervoso in mancanza di cibo: deve avere infatti sempre a disposizione abbondante fieno e verdure miste (sedano e finocchio, radicchio rosso + una verdura verde in foglia). Chiaramente, oltre alla ringhiata selvaggia, il coniglio piazza anche un bel dispetto, solitamente consistente in una pipì di dimensioni colossali, fatta ad hoc in un angolino in cui sa che per forza di cose passerete. Idem, il mio coniglio monta su tutte le furie se lo lascio solo a casa: la bipede addetta al mantenimento del coniglio NON può assentarsi, o al suo rientro troverà morte e distruzione.

Ovviamente il tutto è un post che vuol essere ironico su quando un coniglio si altera benevolmente con il suo umano. Chiaramente ci sono motivi ben più seri per i quali un coniglio diventa una belva, e a ragion veduta. Se viene tenuto in gabbia, se non viene sterilizzato, se non viene trattato dignitosamente: ci sono varie forme di maltrattamento che purtroppo mettiamo in atto anche soltanto non essendo bene informati sulla corretta gestione del coniglio. Al giorno d’oggi, per fortuna, basta un click per sapere di tutto e di più.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Seguici anche sui canali social