• GreenStyle
  • Petsblog
  • Cani
  • Avvelenamento da rosa di Natale nel cane e gatto: sintomi e terapia dell’intossicazione da elleboro

Avvelenamento da rosa di Natale nel cane e gatto: sintomi e terapia dell’intossicazione da elleboro

Avvelenamento da rosa di Natale nel cane e gatto: sintomi e terapia dell’intossicazione da elleboro

Lo sapevate che anche l'elleboro o rosa di Natale è tossico per cani e gatti? Ecco sintomi e cosa fare.

Lo sapevate che anche l’elleboro è tossico per i nostri animali? Ecco che oggi andremo a parlare dell’avvelenamento da rosa di Natale nel cane e gatto. Fra le piante che si vedono soprattutto sotto le feste natalizie, accanto alla Stella di Natale, al vischio e all’agrifoglio, dobbiamo tenere in considerazione anche l’elleboro, pianta tossica per cani e gatti. L’elleboro o Helleborus fa parte della famiglia delle Ranunculaceae: è maggiormente noto come rosa di Natale, anche se non ha nulla a che fare con le rose vere e proprie.

Avvelenamento da rosa di Natale nel cane e gatto: cause e sintomi

Solitamente cani e gatti si avvelenano con la rosa di Natale ingerendo e masticando parti di questa pianta. Tuttavia possono scatenarsi sintomi anche per contatto. L’intera pianta è velenosa. E’ una pianta tossica che provoca come sintomi:

  • scialorrea
  • vomito
  • diarrea con sangue
  • dolore addominale
  • paralisi
  • convulsioni
  • difficoltà respiratorie
  • coma
  • morte

Avvelenamento da elleboro nel cane e gatto: diagnosi e terapia

La diagnosi di avvelenamento da rosa di Natale avviene solitamente a seguito dell’anamnesi: correlando i sintomi alla presenza dell’elleboro in casa, magari mangiucchiato, permette di risalire alla causa dei sintomi. In questo caso è fondamentale la compliance dei proprietari: i sintomi dell’avvelenamento da elleboro sono identici a quelli di altre intossicazioni e malattie. Per cui sapere che in casa c’è una rosa di Natale che è stata mangiucchiata aiuta a indirizzare la diagnosi.

Non esiste terapia specifica per questo avvelenamento: si attua terapia sintomatica e di sostegno in modo da supportare l’organismo. La prognosi è comunque riservata perché in alcuni casi l’esito è fatale.

Come prevenzione, se a Natale vi regalano la rosa di Natale, fate la stessa cosa che fareste con Stelle di Natale, vischio e agrifoglio: mettete la pianta fuori casa, lontana da cane e gatto in modo che non possano ingerirla.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog