Megacolon nel gatto: cause, sintomi e terapia

Megacolon nel gatto: cause, sintomi e terapia

Che ne dite se oggi andiamo a parlare di megacolon nel gatto? Scopriamo qualcosa di più sul megacolon felino, dando uno sguardo a cause, sintomi e terapia.

Prima di andare a parlare di cause, sintomi, diagnosi e terapia del megacolon del gatto, vediamo cosa si intende con la parola megacolon. In linea generale il megacolon è un aumento patologico e persistente nel tempo del diametro del colon. Ciò esita inevitabilmente in una mancata evacuazione delle feci che tendono ad accumularsi progressivamente, peggiorando sempre di più la dilatazione del colon. Diciamo che è una malattia molto frequente nel gatto, un po’ meno nel cane.

Cause

Come spesso accade, la causa effettiva del megacolon idiopatico felino non si conosce ancora del tutto. In generale nella maggior parte dei cani ha origine idiopatica, solo in una minore percentuale dipende da un trauma ortopedico a livello del bacino che riduce le dimensioni del canale pelvico e provoca una vera e propria strettoia, mentre in ancora un minor numero di casi il problema è di origine neurologica (ernie del disco, sindrome della cauda equina, tumori; in questo caso si hanno anche altri sintomi come atonia della vescica, paraparesi, diminuzione del tono dello sfintere anale).

Sempre rimanendo nell’ambito del megacolon neurogeno acquisito, ricordiamo anche che può essere provocato dalla sindrome da disautonomia felina, polineuropatia progressiva del sistema nervoso autonomo che colpisce i gatti giovani e inizia proprio con la stipsi. Ecco uno specchietto con alcune delle cause di stipsi nel gatto che possono portare a megacolon:

Cause ambientali/comportamentali

  • Lettiera sporca
  • Scarso esercizio fisico
  • Modificazioni a livello dell’ambiente

Farmaci

  • Oppioidi
  • Diuretici
  • Fenotiazinici

Cause metaboliche/endocrine

Processi infiammatori

  • Fistole perianali
  • Ascessi perianali
  • Proctite
  • Ferite da morse intorno all’ano

Ostruzione meccanica

  • Corpi estranei (anche pelo, ossa, erba)
  • Tumori
  • Diverticoli
  • Ernia perineale
  • Stenosi
  • Fratture pelviche

Problemi neuromuscolari

  • Megacolon idiopatico
  • Invecchiamento fisiologico
  • Patologie lombosacrali
  • Traumi
  • Disautonomia felina

Di base esistono due tipi di megacolon: quello ipertrofico (provocato da ostruzioni, vedi la frattura del bacino o i corpi estranei, le stenosi e i tumori); quello dilatativo (evoluzione dell’ipetrofico dopo almeno sei mesi che non viene curato, si ha disfunzione permanente e irreversibile del colon).

Sintomi

Ecco i principali sintomi di megacolon nel gatto:

  • episodi ricorrenti di stipsi (una tantum ci sta, soprattutto negli anziani)
  • tenesmo
  • vomito
  • anoressia
  • disidratazione
  • dimagrimento
  • dolore addominale
  • linfonodi mesenterici reattivi
  • sedute prolungate sulla lettiera
  • se causato da disautonomia felina, si ha anche incontinenza urinaria e fecale, rigurgito da megaesofago, midriasi, procidenza della terza palpebra e bradicardia

Occhio poi che molti proprietari non si accorgono della stipsi, ma notano solo gli episodi di diarrea transitori che si hanno fra un episodio e l’altro. La diagnosi viene effettuata tramite anamnesi, visita clinica, le radiografie e l’ecografica. Utile anche un esame neurologico se si sospetta questa come causa. Nel caso del megacolon agangliare la diagnosi di certezza si ha solo con la biopsia del colon.

Terapia

La terapia del megacolon del gatto deve essere adattata al paziente. Se la stipsi è lieve, modificando la dieta, aumentando la fibra e l’assunzione di acqua, usando clismi e lassativi, utilizzando farmaci pro cinetici si può riuscire a superare i singoli episodi. Se il gatto ha un blocco intestinale enorme, allora bisognerà estrarre manualmente le feci. Non sempre il gatto collabora, quindi spesso è necessario sedarlo, anche se bisogna fare attenzione perché un gatto che arriva a questo punto sarà disidratato e non certo un paziente ideale per una sedazione. Ovviamente non vale il fai-da-te: non potete prendere i lassativi umani e somministrarli al gatto, alcuni sono tossici. Deve essere il vostro veterinario a prescriverveli. Nel caso in cui ormai il colon sia irrimediabilmente dilatato e acinetico, è consigliata la colectomia.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | lrosa

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog