• Petsblog
  • Cani
  • Il rottweiler e l’innato talento canterino

Il rottweiler e l’innato talento canterino

Il rottweiler e l’innato talento canterino

Un cane affianca la sua amichetta umana nell'intonare delle allegre filastrocche

[iframe width=”620″ height=”350″ src=”//www.youtube.com/embed/QDE8A904814″ frameborder=”0″]

“Signore e signori, dalla splendida cornice di Petsblog abbiamo il piacere di presentare: Rottweilers’ got talent!”. Già, è proprio questo che mi viene in mente guardando questo video.

Il protagonista è un bellissimo rottweiler di nome Coco che, insieme alla sua amichetta umana, intona e accompagna due classiche filastrocche per bambini tipicamente anglosassoni: Baa, Baa, Black Sheep e Twinkle Twinkle Little Star (spero mi perdonerete ma ignoro totalmente se esista una versione italiana di queste due canzoncine). La bambina si mette davanti al cane (grosso più di lei) e comincia ad intonare le prime note della filastrocca e Coco, da bravissimo accompagnatore, fa da corista. Sembra proprio il concorrente ideale per il talent show inglese creato da Simon Cowell.

I rottweiler sono cani che, loro malgrado, non godono di una buona reputazione. Sono grossi, sono neri e, nei film, spesso interpretano cani da guardia terribilmente feroci. In realtà, come in tutti i cani, l’aggressività non è innata ma si può sviluppare per un’errata conduzione da parte degli umani.

I rottweiler hanno bisogno di un padrone che riesca a ricoprire il ruolo di capobranco ma, ovviamente, non deve essere un padrone violento. Il capobranco è tale quando sa farsi rispettare anche solo con il tono della voce e riesce ad educare al meglio il cane, magari utilizzando il rinforzo positivo.

Non scordate mai che, comunque, un rottweiler è pur sempre un pelosone canino e che, in quanto tale, ha sempre bisogno delle vostre coccole e di tutto il vostro amore. Se volete saperne di più su questa splendida razza potete dare uno sguardo a questo post!

Foto|Flickr

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog