Lettiera del coniglio: quale materiale possiamo usare?

Lettiera del coniglio: quale materiale possiamo usare?

La carta di giornale viene ancora consigliata come fondo lettiera per i conigli: santo cielo!

Creare una lettiera ad hoc per un coniglio o una coppia di conigli è una delle cose più semplici del mondo. Certo è giusto fare qualche esperimento ma credo che sia corretto, alla fine, tentare di combinare la maggior assorbenza possibile, a costi ridotti, aggiungendo anche qualcosa di “naturale” per il coniglio.

Prima di tutto escludiamo immediatamente la carta di giornale da mettere sul fondo: la stampa contiene materiali dannosi e allergizzanti. Se poi mettiamo il fieno sopra a questo genere di fondo e il coniglio ci fa pipì, immaginate l’orrore che si trova costretto a mangiare se giornale e fieno si impastano insieme! Quindi assolutamente NO alla carta di giornale.

Molto spesso le persone usano il truciolo di legno in quanto è un materiale estremamente economico. Il truciolo si attacca però molto facilmente al pelo umido, provocando in giro per casa un vero e proprio disastro. Quando infatti il coniglietto salta fuori dalla propria “cassettina” dei bisogni, sparpaglia in giro parecchi fiocchetti di truciolo. Questo spiacevole effetto si ottiene anche con canapa e lino. Queste due lettiere sono sì molto assorbenti, ma non sono adatte ai coniglietti. Altra cosa da escludere: le lettiere aromatizzate, dannose per i conigli. Il coniglio non è un animale odoroso, un volta sterilizzato e cambiando la lettierina ogni 24 ore, penso che il coniglio possa essere valutato come uno tra gli animali più puliti in assoluto. Il cambio lettiera è importantissimo: in estate è fondamentale che avvenga ogni 24 ore visto anche il fatto che possono circolare mosche per casa che vanno ad annidarsi proprio in zona lettiera.

Dunque com’è la lettiera più adatta al nostro coniglietto? Procuratevi una “bacinella” rettangolare in plastica dura( tipo quelle per gatti) del pellet ( che sia di carta riciclata-anche se è molto costoso- o normalissimo pellet per stufe!) e abbondante fieno. Mettete un fondo in pellet, sopra il fieno e il gioco è fatto: l’angolino di “prato” quotidiano per il vostro coniglietto è pronto. Il pellet è molto assorbente e non polveroso. Non temete, il coniglio non rischia di mangiarsi il fieno sporco di pipì, sa bene cosa scegliere, inoltre tale fieno verrà sostituito in toto con il cambio stesso di lettiera ogni 24 ore. Non vi saranno spiecevoli scie di truciolo per casa poichè il pellet non viene trasportato in giro. Questo, dunque, è il metodo più comodo in assoluto.

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog

Coniglio ariete che dorme sul letto