Criceti: come farli divertire con i consigli di Petsblog

Criceti: come farli divertire con i consigli di Petsblog

Alcuni consigli per far divertire il nostro amato cricetino.

Generalmente disapprovo il fatto di rendere il cibo un “gioco” tuttavia sicuramente, essendo il criceto un animaletto molto curioso, da stimolare nonchè altamente intelligente, è un bene sottoporgli alcuni problemucci quotidiani così che non vada mai ad annoiarsi ma resti perennemente in attività-fisica e mentale-.

Il gioco più classico e facile da comporre è: rotolo di carta igienica terminato+fieno+pinoli. Infilate nel rotolo abbondante fieno e qualche pinolo: il criceto di per sé ama molto i tunnel e gli spazi angusti, per di più sarà spinto dalla goloseria nei confronti del pinolo e si darà da fare con i denti e con le zampine pur di raggiungere il suo fine.

Altra soluzione è creare una “collanina” con ago e filo, composta da verdurine e frutta secca: appendetela poi da qualche parte nella gabbietta. Tempestate il tutto con qualche seme di lino e il gioco è fatto: indubbiamente il cricetino mangerà prima la “superficie” per poi dedicarsi alla complessità della collana mangiabile!

Ci sono poi le classiche “caramelle”. Non sto ovviamente parlando delle nostre caramelle, ma di quelle che possiamo creare per i nostri criceti. Soluzione banale è mettere una mezza noce sgusciata all’interno di un pezzetto di carta igienica inodore chiudendola poi “a caramella”. Per arrivare alla noce il criceto dovrà mordicchiare e togliere la carta e finalmente potrà gustarsi il suo premietto! La caramella può chiaramente essere creata con una vasta serie di goloserie.

Avete per caso una scatolina in cartone e avete terminato i filtri di tè o camomilla all’interno? Ritagliate delle finestrelle e ponete all’interno fieno, germogli di soia e un paio di tocchetti di mandorla.

Come vedete non sono necessarie grandi cose per far divertire il criceto, logica suggerisce però di non utilizzare mai legni potenzialmente pericolosi per i giochi, elementi affilati o che tagliano( ebbene sì c’è chi ha usato le scatolette del tonno come ciotole per il cibo!). I materiali solitamente reperibili e semplici da usare sono cartoncini, rotoli terminati, scatoline di cartone etc etc.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog