Intervista all’adottante di un mus musculus: anche i topini sono pet da compagnia

Intervista all’adottante di un mus musculus: anche i topini sono pet da compagnia

Il mus musculus o topino domestico è un animale da compagnia intelligente e vivace

Conosciamo oggi Federico, adottante di un topino (ex da laboratorio) della Collina dei Conigli, associazione che tratta il recupero principalmente di animaletti da laboratorio, li assiste e cura fino al momento dell’adozione. Anche i topini possono tranquillamente essere dei pet domestici, assai intelligenti e vivaci.

Avevi già avuto animali in passato?
Sì abbiamo molti animali in casa, tutti adottati da diverse associazioni: amiamo molto in particolare lagomorfi (i conigli) e roditori.

Come mai hai scelto di adottare un topino?
Fondamentalmente ero curioso: mi sono sempre piaciuti e ho visto svariate foto di topini che possono essere presi in mano e avvolgono il codino intorno alle mani o alle dita delle persone. Ho quindi pensato di provare questa esperienza e adottarne uno.

È stato difficile adottare? I canoni sono troppo rigidi secondo te?
Non è stato difficile, i volontari richiedono quel che è meglio per l’animale e inviano una serie di informazioni e guide interessanti. Sono poi andato personalmente in Collina e i volontari sono stati davvero disponibilissimi e mi hanno anche mostrato tutto il “rifugio”: fanno veramente un lavoro mastodontico.

-Rispetto all’acquisto in negozio, sei stata contenta che la volontaria ti abbia dato spiegazioni su qual’è la corretta gestione per far vivere più a lungo possibile i tuoi animali?
Purtroppo in passato, non conoscendo ancora le associazioni, ho acquistato animali. Ora non lo farò mai più, considerando quanti ce ne sono bisognosi. Inoltre un volontario preparato sa spiegarti bene come gestire un animale, mentre in negozio, solitamente, non sono molto interessati al benessere della “merce” che vendono.

Consiglieresti l’adozione?
Assolutamente sì, sempre e solo adozione! Molti aspettano casa: smettiamo di alimentare il commercio di vite.

Ovviamente bisogna lasciare la parola anche al topino!

Come ti chiami e… ti ricordi da dove arrivi?
Ciao sono Ernestino e al momento sono molto indaffarato a rosicchiare uno dei miei premietti serali… non ricordo da dove arrivo ma ora so che ho moltissimo da fare: mi arrampico, mangio, gioco, corro in ruotina… insomma, non tiriamola troppo per le lunghe!

Come vivi ora?
Ho una gabbia tutta per me, è grande e io mi ci arrampico, poi ho tanti giochi, cibo e esco a giocare anche spesso con il mio bipede. Certo i premietti scarseggiano… ma ci si accontenta.

Cosa fai durante il giorno?
Di giorno io dormo, a parte quando il mio bipede torna a casa, allora esco e lo saluto facendo le acrobazie sulla gabbia. Poi torno a dormire fino alla sera! Quando mi dà le verdure serali esco di nuovo e iniziano le mie attività!

Sei soddisfatto della tua bipede? Cosa potrebbe fare di più per te?
Sono molto vivace e curioso… quindi vorrei sempre tanti giochi nuovi, però poverino il mio bipede è un po’ così, non ha tanta fantasia quindi mi devo un po’ accontentare. Tutto sommato però…lo promuovo!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog

Baby Chinchilla’s First Dust Bath!