Antiparassitari esterni per conigli: quali usare e quali non usare

Antiparassitari esterni per conigli: quali usare e quali non usare

NON usare il Frontline sui conigli. Oggi andremo a parlare di quali antiparassitari esterni si possono usare sul coniglio e quali non si possono utilizzare. Ribadendo ogni due righe un concetto chiave: NON usare il Frontline sui conigli.

NON usate mai il Frontline sui conigli. Lo so, lo già detto, ma visto che a quanto pare questo concetto non entra in testa ai proprietari di conigli, ecco che ribadirò il concetto a inizio e fine di ogni capoverso, sia mai che ripetere giovi a qualcosa? Il problema è che continuamente portano d’urgenza in visita conigli intossicati dal Frontline: visto e considerato che dappertutto viene detto di non dare il Frontline (o analoghi contenenti Fripronil) al coniglio, possibile che ci sia ancora gente che persiste ad avvelenare il proprio coniglio? Ecco che dunque andremo a parlare anche di quali antiparassitari si possono utilizzare sul coniglio, come per esempio lo Stronghold, l’Advantage, l’Adovcate o anche il Neo-Foractil Conigli se vogliamo rimanere sugli spray. Ah, e NON utilizzate il Frontline sui conigli.

Antiparassitari esterni per conigli

Cominciamo subito con un dato di fatto: NON si usa il Frontline sui conigli. Se già il fai-da-te è da evitare nei cani e nei gatti, nei conigli è ancora peggio in quanto spesso e volentieri ha esiti letali. Prima di tutto se trovate delle pulci sul vostro coniglio, fate un salto dal veterinario per una visita: controllerà che non abbia altri parassiti e in base all’età e allo stato di salute generale del coniglio vi prescriverà l’antiparassitario esterno più adatto a lui, dosandovelo anche bene. Perché ricordate sempre che il coniglio non è un gatto o un piccolo cane, ha dosaggi tutti suoi che vanno rispettati scrupolosamente. Mentre il Frontline non va mai e poi MAI usato.

Questo perché nel coniglio anche le molecole che sono state testate e che sono considerate sicure per lui a volte possono provocare dei fenomeni di idiosincrasia del tutto imprevedibili. Quindi per evitare i guai, meglio seguire attentamente le istruzioni del veterinario (e non del negoziante e del farmacista, altrimenti quando il coniglio starà male perché ha preso un farmaco che non doveva, vedi per esempio il Frontline che non si utilizza nei conigli, o avete usato una dose eccessiva, beh, fatevelo curare dal negoziante o dal farmacista visto che avete deciso di farvelo curare in primis da loro e non dal vostro veterinario: chi è causa del suo mal…).

Dunque, anche se tecnicamente non sono stati registrati per conigli, gli studi dimostrano che Advantage, Advocate e Stronghold si possono usare sul coniglio. L’Advantage fa solo le pulci, quindi di fatto non lo si usa spesso, anche perché di solito il coniglio soffre di malattie come la rogna che richiedono invece l’utilizzo di un Advocate o di uno Stronghold, opportunamente dosati seguendo le istruzioni del veterinario. Qualcuno utilizza anche le iniezioni di Ivermectina in caso di rogna, però ricordate che questo farmaco non è registrato neanche per cani e per gatti. Personalmente tendo a preferire lo Stronghold, facilmente dosabile sfruttando le confezioni da gattini. E indovinate un po’? Il Frontline NON si usa nei conigli.

Se vogliamo invece andare su un prodotto registrato per conigli, ci sarebbe il Neo-Foractil Conigli, utile in corso di Cheyletiella, ma occhio quando si usa questo spray a non esagerare e controllate attentamente che il coniglio non si lecchi subito dopo. E attenzione ad utilizzare quello per conigli e non quello per volatili o cani e gatti, la composizione cambia, deve essere proprio il Neo-Foractil Conigli. Ricordate poi attentamente un precetto fondamentale: il Frontline non va utilizzato nei conigli.

Perché non si usa il Frontline nei conigli?

Perché è tossico, ecco perché. Non si tratta di usarlo a dosi corrette o a piccole dosi, è proprio tossica la molecola, il coniglio va incontro a crisi convulsive violente, danno neurologico irreversibile e morte. Ecco perché NON si usa il Frontline sul coniglio: se qualcuno vi consiglia di utilizzarlo, beh, ditegli che vada a studiarsi la farmacologia del coniglio prima di dispensare consigli a casaccio. La questione va ribadita: troppo spesso con l’arrivo del caldo e l’aumento delle pulci si assistono a vere e proprie epidemie di avvelenamenti del coniglio da Frontline, basterebbe informarsi un po’ per evitare di uccidere il proprio coniglio applicandogli un antiparassitario esterno non corretto. E terminiamo doverosamente l’articolo con: NON si usa il Frontline sul coniglio, messaggio arrivato?

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria.

Foto | Jorbasa

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog