Quanto mangia un coniglio?

Quanto mangia un coniglio?

Quanto mangia un coniglio? Quali sono le dosi giuste da fornire?

Che fatica trovare un video che non sia del tutto diseducativo riguardo lagomorfi e roditori. Ovviamente anche quello postato qui sopra ha diverse pecche ma per lo meno quello che sta mangiando il coniglio è del semplice fieno. Ricordiamo che il giornale come fondo lettiera non è assolutamente adeguato: oltre al fatto pratico che sia assolutamente non assorbente, e che in conseguenza il coniglio vivrebbe stagnando nella sua pipì con relative esalazioni, la carta di giornale può contenere cobalto, nichel, ammoniaca e derivati… va da sè che queste sono tutte sostanze allergizzanti, tossiche e a contatto con le zampe dei conigli possono provocare danni quali gravi pododermatiti (oltre che infastidire e irritare il sistema respiratorio).

Veniamo ora a cosa mangia il coniglio e quanto: la disinformazione riguardo questo lagomorfo (ricordo terzo animale da compagnia in Italia!) è oltre ogni immaginazione, a partire da chi lo tiene ancora in gabbia, a chi dà granaglie e sementi come cibo quotidiano, danneggiando gravemente denti e intestino del coniglio. Il fieno deve essere sempre a disposizione e in abbondanza. La cosa più naturale sarebbe predisporre una lettiera con un fondo in pellet assorbente e sopra un abbondante strato di fieno che vada a richiamare un pezzetto di prato. I conigli per istinto vanno direttamente dentro la lettiera a fare i loro bisognini e a mangiare.

Controversa è la situazione verdura, tutti concorderanno, in ogni caso, che un coniglio cucciolo mangia in maniera differente da uno adulto, che a sua volta mangerà in maniera ancora diversa rispetto ad un anziano. Ricordiamo sempre che se acquistiamo un coniglio in negozio, è difficile che sia abituato a mangiare le verdure, quindi è bene introdurre prima quelle fibrose come sedano e finocchio. Per quanto riguarda le dosi, non ho mai utilizzato una bilancia in vita mia, poichè dopo un po’ di esperienza e conoscenza di ogni singolo coniglio, impariamo a capire quanto mangia concretamente. L’importante è non fare privazioni: se vediamo che in 2 minuti spazzola tutte le verdure, evidentemente queste sono poche, inoltre si trova in uno status di ansia pensando che non gliene verranno fornite altre.

E’ bene un coniglio sia tranquillo e sereno e sappia che non gli mancheranno mai gli elementi di base per il suo benessere. Il coniglio è un animaletto “semplice” e si “accontenta” di: libertà per correre e giocare, cibo in quantità, cure quando sta male…e ovviamente affetto e attenzioni da parte del suo bipede. Come media giornaliera di verdure per un coniglio adulto in salute, ho valutato che questo è solitamente ciò che consuma: 1 finocchio intero, mezzo cespo di sedano con foglie, una pallina di radicchio, mezza insalata verde. Naturalmente le verdure( a parte sedano e finocchio) vanno poi fornite a rotazione per dare il corretto apporto di vitamine, e per non esagerare con calcio e zuccheri. Il coniglio è un animale che costa in mantenimento, e costa in spese veterinarie. E’ bene diffondere questa informazione poichè molti pensano che non necessiti di nulla e che sia sufficiente metterlo in una minigabbia con dei pellettini da mangiare. Questo status è vergognoso per un coniglio che passa la sua vita in un bugigattolo e probabilmente si ammalerà in giovanissima età. Ricordo sempre:prendete un animale con responsabilità!

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog