Facebook serve per aiutare i pets?


È innegabile, oramai, che Facebook sia un fortissimo strumento di diffusione di notizie, idee e quant'altro. Se con questo social network si possono raggiungere così tante persone perché non usarlo per diffondere anche messaggi positivi? Oltre ai tantissimi gruppi e alle innumerevoli pagine di animalisti e amanti a gradi più o meno alti di cani, gatti e altri animali, dove si pubblicano le foto di cani in cerca di aiuto o adozione, uno dei metodi più usati per far conoscere la propria opinione su un fatto di cronaca risiede nell'immagine del profilo.

L'ultima, in ordine di tempo, riguarda la storia degli husky eliminati dopo le olimpiadi di Vancouver. Giusto oggi ho ricevuto un messaggio che mi diceva di cambiare la mia foto del profilo in quella di un husky in segno di protesta. E non è la prima volta. Un'altra occasione è stata quella riguardante la votazione europea sulla vivisezione e altri avvenimenti (purtroppo sempre tragici) ancora. Secondo voi queste cose servono ad alimentare una sorta di coscienza comune collettiva o sono solamente una perdita di tempo? Voi raccogliete questo genere di inviti e li promuovete o, semplicemente, passate oltre?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail