Ralph e Rosie, due cani abbandonati e spaventati, che provano ancora a fidarsi degli uomini

Ralph e Rosie, due cani abbandonati e spaventati, che provano ancora a fidarsi degli uomini

Due video ci mostrano come reagiscono i cani abbandonati e vittime di violenza a contatto con chi vuole salvarli: dalla sfiducia alla tenerezza.

Non è semplice avvicinare un cane spaventato. La paura porta l’animale a reagire a ogni novità innescando un comportamento di autodifesa. Possiamo essere mossi dai sentimenti più alti e nobili, ma non è detto che solo questo porterà a dei risultati, almeno non a quelli che noi ci aspettiamo come logica risposta alla nostra buona disposizione d’animo e amicizia.

Nel video in apertura di post, Ralph non riesce a fidarsi subito degli operatori che vorrebbero semplicemente trarlo in salvo: con buona evidenza l’esperienza con gli umani non deve essere stata particolarmente positiva e Ralph si mostrerà a lungo sospettoso e, di conseguenza, aggressivo. È interessante notare la strategia messa in pratica da Eldad Hagar e Audrey Spilker Hagar che senza fretta e obiettivi immediati danno al cane lo spazio e il tempo di cui ha bisogno per poter costruire un rapporto di fiducia e permettere di essere avvicinato e toccato, dopo qualche morso ben assestato alla coperta con cui Eldad lo accarezza con l’intento di farlo rilassare.

Ralph è un cane reattivo con un passato che lo condiziona fortemente, ma che non ha cancellato la capacità di fidarsi ancora di un amico umano.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = “//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1”; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

Rosie, il cane del secondo video, è, al contrario, molto più tranquilla, ma la sua disponibilità ad accettare la vicinanza di Eldad è condizionata dalla presenza di cuccioli.

Anche in questo caso, dando al cane tutto lo spazio e il tempo di cui ha bisogno si ottengono risultati strabilianti e con un piccolo trucco si porta in salvo sotto lo sguardo vigile e affettuoso di mamma Rosie una paffuta cucciolata di cinque teneri cagnolini.

Via | Eticamente

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog