Criceto che perde il pelo: cause e terapia

Criceto che perde il pelo: cause e terapia

Come mai il criceto perde il pelo? Quali sono le cause di questo problema? Cosa fare? Esiste una terapia?

Molto spesso capita di vedere criceti con aree alopeciche o poco o scarso pelo. Viste le ridotte dimensioni del pet, bastano pochi giorni per avere un criceto totalmente senza pelo. Il che, oltre a significare che probabilmente al di sotto c’è una qualche malattia dermatologica, significa anche privare il criceto del suo mantello protettivo ed essendo un animale così piccolo disperde calore più facilmente. Andiamo dunque a scoprire quali sono le principali cause del criceto che perde pelo.

Cause

Ecco le cause principali di perdita di pelo in un criceto:

  • Demodicosi: patologia parassitaria cutanea causata dall’acaro del genere Demodex. In realtà questo acaro è presente normalmente nella cute del criceto, ma in quantità assai limitata, tale da non dare problemi. Ma quando il criceto subisce un abbassamento delle difese immunitarie, vuoi per un trauma vuoi per altre infezioni vuoi per un tumore, ma anche in animali molto giovani o molto anziani, ecco che il Demodex si moltiplica in maniera incontrollata, invade tutta la pelle e causa i sintomi, che sono per l’appunto la perdita di pelo con formazione di aree alopeciche, l’arrossamento e la produzione di scaglie. Come nel caso della demodicosi del cane, se non c’è contestuale sovrinfezione batterica, non si ha prurito. Dopo aver diagnosticato il Demodex con un raschiato cutaneo (cosa non facile da fare perché non è che i criceti siano fra i pazienti più collaborativi), si procederà a curare la patologia cutanea. Ma visto e considerato che di solito la presenza di demodicosi nel criceto implica l’esistenza di una patologia più grave, andrebbe indagata anche la presenza di quest’ultima
  • Parassiti delle orecchie: oltre alla formazione di croste enormi a livello delle orecchie, possiamo notare una perdita di pelo anche in zona auricolare
  • Ferite da traumi o auto traumatismi: se il criceto si è fatto male, ha una ferita cutanea è probabile che si sia strappato anche il pelo, causando un’area alopecica. In questo caso si dovrebbe poter vedere la ferita al di sotto del poco pelo rimasto
  • Ascessi o tumori: in caso di formazione di ascessi o, peggio, di tumori, è possibile che la cute al di sopra di essi perda il pelo
  • Carenza di proteine nella dieta: il criceto è un animale onnivoro, ma questo pochi lo sanno. Se la sua dieta non viene integrata settimanalmente con piccoli pezzettini di carne, ecco che andrà incontro a carenza proteica il che esiterà inevitabilmente in una caduta del pelo. Dargli solamente i mangimi pre confezionati non basta, il criceto ha bisogno anche di cibi freschi, fra cui qualche pezzettino di carne 2-3 volte a settimana
  • Ghiandola ombelicale e ghiandole del fianco: nel criceto russo esiste la ghiandola ombelicale, mentre nel criceto dorato esistono le ghiandole del fianco. Più evidenti nel maschio, si tratta di strutture perfettamente normali che molti proprietari scambiano per aree di alopecia
  • Imbrattamento da olio della ruota: talvolta capita di vedere spelacchiati, con il poco pelo rimasto troppo unto. Molto probabilmente si sono sporcati con l’olio utilizzato per oliare la ruota e non farla cigolare. Visto che gli oli chimici possono danneggiare il criceto, sarebbe meglio utilizzare in questi casi un goccino di olio d’oliva

Terapia

Cosa fare se ho il criceto che perde il pelo? Beh, come al solito evitate il fai-da-te e portate il criceto dal veterinario abbastanza in fretta, non quando ormai ha perso tutto il pelo: prima lo portate, prima si potrà fare diagnosi, prima si potrà impostare una terapia. In caso di Demodicosi si provvederà a trattare il criceto, così come in caso di parassiti delle orecchie.

Se la causa della perdita di pelo è un ascesso o un tumore, si valuterà se asportarlo o meno (se è grande quando metà del criceto allora probabilmente non verrà asportato). Per quanto riguarda le ferite, si disinfetteranno e vi verrà segnato un antibiotico per parare le infezioni secondarie, mentre per la carenza di proteine nella dieta verrà corretta l’alimentazione del vostro criceto. Per le ghiandole, beh, sono normali, magari vi verrà consigliato un libro per imparare qualcosa di più sulla fisiologia e sull’anatomia del vostro pet: non fa mai male conoscere qualcosa di più sul proprio criceto.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria.

Foto | Superchango

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog