Sochi 2014, sterminio dei cani randagi per i Giochi Olimpici Invernali

Sochi 2014, sterminio dei cani randagi per i Giochi Olimpici Invernali

In giro per le strade di Sochi, città che ospiterà dal 6 febbraio 2014 i Giochi Olimpici Invernali, ci sono troppi cani randagi. Per questo motivo è stata presa la scellerata idea di sterminarli tutti.

I cani randagi sono un danno per l’immagine della città di Sochi e per questo motivo vanno eliminati al più presto possibile, prima dell’inaugurazione dei Giochi Olimpici Invernali che prenderanno il via nella città russa che si affaccia sul Mar Nero il prossimo 6 febbraio 2014. Questa la decisione delle autorità locali hanno deciso di intensificare la guerra contro i cani senza padrone che vivono per strada.

Guarda la galleria: Cani randagi a Sochi 2014


Le autorità non vogliono vedere durante le Olimpiadi di Sochi 2014 scene come quelle immortalate nella nostra galleria di immagini, con cani abbandonati che gironzolano tranquilli per le vie della città che si affaccia sul Mar Nero o davanti alle sedi che ospiteranno gare ed avvenimenti.Sono un danno all’immagine della città e per questo dovranno essere sterminati, come sottolineato da Sergei Krivonosov, deputato della regione del Krasnodar:

Abbiamo un obbligo vero la comunità internazionale c’è un evidente problema con gli animali per le nostre strade e il metodo più veloce per risolverlo è ucciderli.

Già in occasione dei Campionati Europei di Calcio 2012 in Ucraina avevamo assistito ad una mattanza dei cani di strada, cosa avvenuta anche alle Olimpiadi di Pechino 2008. E ora la storia si ripete per le Olimpiadi Invernali di Sochi 2014.

Gli attivisti, da tempo impegnati contro questa strage, denunciano cme saranno 2mila gli animali uccisi, tra cani e gatti randagi. Le associazioni animaliste si sono ovviamente attivate per sensibilizzare l’opinione pubblica e fermare la nuova mattanza, come sottolineato da Elizabeth Sharpe, della World Society for the Protection of Animals con sede in Canada:

Queste mattanze sono crudeli e inutili. L’unico sistema per controllare in maniera efficace le popolazioni di randagi è quella di programmi a lungo termine di vaccinazioni e sterilizzazioni.

Via | Corriere

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog