Tutte le cose da sapere sul gatto egiziano, l’Egyptian Mau

Tutte le cose da sapere sul gatto egiziano, l’Egyptian Mau

Gatto egiziano, quali sono le cose che dobbiamo sapere sull'Egyptian Mau?

L’Egyptian Mau o Mau Egiziano o più comunemente detto gatto egiziano è un felino davvero molto affascinante. La sua storia ci porta indietro al tempo degli Antichi Egizi, che credevano che avesse poteri magici e che fosse il gatto adorato da Chepea, la dea della creazione. Era considerato un gatto sacro e disegni di questo felino sono presenti in molti tombe.

Sono ben presto arrivati anche nel Vecchio Continente. La seconda guerra mondiale ha messo a dura prova la sopravvivenza del gatto egiziano, che oggi però è ampiamente presente in tutto il mondo. Dall’Europa è arrivato in America pare grazie alla principessa russa Natalie Troubetskoy che da Roma li portò oltreoceano negli anni Cinquanta, dopo aver di fatto salvato la specie.

Aspetto e carattere del gatto egiziano

Il gatto egiziano è molto elegante. Di taglia media, ha la testa arrotondata e gli occhi a mandorla, di solito verde chiaro, le orecchie grandi e appuntite. È un gatto molto muscoloso, con la coda lunga che in punta diventa più sottile. Il suo manto è morbidissimo con bande di colore diverso, con sfumature chiare e scure. Sulla fronte ha la classica M che lo contraddistingue dagli altri gatti. I colori della pelliccia che possono essere definiti di razza sono il silver, il black smoke, il brown, il pewter.

Per quanto riguarda il carattere, il gatto egiziano è davvero molto socievole e molto affettuoso con i suoi amici umani. Se con gli estranei ci mette un p’ a dare confidenza, quando ha imparato a conoscere una persona diventa molto aperto. Ama vivere in casa, è un gatto indipendente, che è un po’ timido, ma che sa rispondere a tono quando viene infastidito. Soprattutto da altri gatti.

Foto Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog