Il salvataggio degli animali dall’alluvione di Modena

Il salvataggio degli animali dall’alluvione di Modena

Il salvataggio degli animali dall'alluvione di Modena e una piccola riflessione sull'accaduto

Spero sappiate qual è la situazione della zona di Modena. Un territorio che non ha pace dal punto di vista delle calamità naturali. Dopo il terremoto del 2012 e la tromba d’aria del 2013, adesso la città emiliana è stata colpita da una bruttissima alluvione (anche se molti mass media sembrano non essersene accorti). Come accaduto per la LIDA di Olbia, anche per Modena, si è aperto il fronte dell’emergenza per gli animali. Qui vogliamo mostrarvi l’intervento di soccorso per aiutare gli animali ospiti della struttura Il Pettirosso che si sono trovati sommersi dalla piena. La situazione, come potete ben vedere dalle immagini, è estremamente critica. Alcuni animali, purtroppo, non ce l’hanno fatta ma la maggior parte è stata tratta in salvo. Non solo, i vigili del fuoco, insieme ai comuni cittadini e ai volontari, hanno aiutato tantissimi altri animali (e relativi padroni) a fronteggiare questa calamità e a loro va il nostro ringraziamento più sentito.

Ovviamente, quando succedono queste cose, si pensa sempre agli interventi che sono in programma da decenni ma che non sono mai stati messi in atto. Una vecchia conoscenza di Petblog, l’On. Giovanardi, senza pensarci due volte ha dato la colpa alle nutrie che, con le loro tane, indebolirebbero gli argini causando le inondazioni (e promuovendo uno sterminio di questi animali). In molti, però, non riflettono su un semplice fatto: se gli argini sono danneggiati e non vengono manutenzionati e i letti dei fiumi sono carichi di detriti, tronchi, vegetazione e via dicendo e nessuno li pulice, le nutrie sono ben poca cosa per la responsabilità di quanto accaduto. Quando si parla di questi animali si dice che sono ratti enormi, che portano malattie e via dicendo. Purtroppo sono solo inesattezze perchè sono animali pacifici e non sono nemmeno della stessa famiglia dei ratti ma di quella dei castori. Si spera che le responsabilità di quanto accaduto venga indirizzata sulle vere cause e sui veri responsabili invece che su degli animali che non fanno nulla di male a nessuno.

Foto|Wikimedia

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog