Gabbie per criceti: gabbie a grate o in plexiglass?

Gabbie per criceti: gabbie a grate o in plexiglass?

L'argomento è dibattuto: per il proprio criceto è bene acquistare una gabbia a grate o in plexiglass?

Mi rendo conto che l’acquisizione della prima gabbia per un criceto (che auspicabilmente sarà anche la sua dimora definitiva) non è facile. Prima di tutto bisogna badare alle dimensioni: per un criceto nano la gabbia deve avere base minima (senza contare i ripiani) di 60×40 cm, mentre per un criceto dorato deve essere almeno 75×45 cm. In commercio e nei piccoli negozi pullulano gabbie di dimensione infima, paragonabili a dei trasportini: la prima cosa da evitare, dunque, è acquistare una gabbia piccola, magari spendendo parecchi soldi, e poi non poterla utilizzare causa dimensioni troppo ridotte.

Il secondo ostacolo è scegliere la gabbia in plexiglass o a grate. Molti affermano che la gabbia in plexy sembra soffocante e dà l’impressione di avere poca areazione. Questo non è fondamentalmente vero: prima di tutto è possibile rimuovere la grata superiore, lasciando quindi la gabbia aperta sopra. Questo permette in primis un ottimo approccio con il criceto, secondariamente lascia un foro di notevoli dimensioni per il passaggio dell’aria.

Il criceto non riesce ad arrampicarsi e fuggire, a meno che non poniate oggetti molto alti di arredo proprio nei pressi dei bordi: è sufficiente avere questa accortezza e potrete lasciare la gabbia priva di grata superiore. Aggiungo che in inverno, se c’è qualche corrente d’aria per casa, questo tipo di habitat è migliore rispetto alle grate. Logica suggerisce, in estate, di non lasciare assolutamente la gabbia sotto il sole diretto o in un posto caldo dove si possa surriscaldare.

I vantaggi delle gabbie a grate, a parer mio, non sono innumerevoli: io sono particolarmente paranoica, ma temo sempre che il criceto, arrampicandosi, vada a incastrarsi le zampe tra gabbia e aggancio della ruota. È pur vero che in estate questo genere di gabbia è sicuramente maggiormente ventilata, ma vi ricordo comunque che il criceto non va mai esposto a correnti d’aria!

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog