I gatti e il Natale: un rapporto di amore, di odio o di indifferenza?

I gatti e il Natale: un rapporto di amore, di odio o di indifferenza?

Con l’arrivo del Natale i nostri gatti potrebbero essere un po’ spaesati sia per via delle decorazioni che per gli ospiti che vanno e vengono.

La magia delle decorazioni natalizie, delle mille luci colorate e dell’albero, l’odore del muschio nel presepe, unita al tepore delle coccole e allo sguardo incantato e un po’ monello dei gatti. Per loro tutto è nuovo e strano: ma i mici amano davvero il Natale?

Tutto dipende da come riusciamo ad ammortizzare lo stress delle feste per i nostri pelosi: dall’addobbare casa in modo sicuro, a proteggerli dalla paura dei botti, dall’evitare che sgattaiolino fuori, approfittando della porta lasciata aperta agli ospiti, al minimizzare la presenza di estranei in giro per casa. A infastidirli, senza dubbio, è anche il sentirsi giocattoli e oggetto di attenzioni un po’ troppo assillanti, come anche il fatto che i loro posti preferiti siano in gran parte occupati dagli ospiti: dal divano alle sedie, al soggiorno off-limits per la presenza dell’albero e del presepe, si sentono un po’ spodestati e spiazzati dalla mancanza di privacy, oltre che infastiditi dal chiasso che spesso riempie casa durante le feste.

Come organizzarsi, allora, per un Natale cat-friendly? Innanzitutto niente stanze in cui rinchiudere i gatti come fossero in punizione. Cerchiamo di fare attenzione avvisando i nostri ospiti di non lasciare la porta spalancata quando entrano ed escono di continuo. Lo stesso per le attenzioni eccessive che spesso i bimbi rivolgono ai nostri mici. Anche se dobbiamo lasciarli liberi di circolare, garantiamo ai gatti uno spazio in cui possano riposare e ritirarsi indisturbati, meglio se in alto, lontano dalle stanze principali della casa e il più possibile isolato. Cerchiamo di distrarli da botti e trambusto con giochi nuovi e stimolanti (come, per esempio, le piattaforme nascondiglio che li tengono impegnati per ore a scovare la ricompensa), insieme ai documentari con i suoni della natura che rapiscono la loro attenzione, facendogli dimenticare il rumore, altrimenti molto allettante, delle palline dell’albero quando vanno in frantumi.

Cerchiamo di non stravolgere l’orario dei pasti e niente spuntini fuori programma dal banchetto delle feste. Piuttosto meglio offrirgli qualche prelibatezza felina più ghiotta dei soliti croccantini, per tenerli tranquilli e fargli associare la presenza degli ospiti a ricordi positivi.

Niente cappellini natalizi e altre decorazioni troppo invasive addosso ai gatti: se proprio vogliamo creare un’atmosfera natalizia a misura di gatto, un collare rosso, un tappetino e delle ciotole a tema vanno più che bene.

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog