Perché i gatti non ci ascoltano?

Perché i gatti non ci ascoltano?

Perché i gatti sono così indipendenti? Qui potreste trovare una ragione

È un fatto assodato: mentre i cani sono estremamente legati al proprio padrone i gatti sono più… indipendenti! Avete mai avuto la sensazione che, dicendo una cosa al vostro micio, lui vi guardasse come per dire: “Tu sei inferiore, quello che dici non mi interessa”? Vi siete mai chiesti perché cane e gatto hanno due atteggiamenti diametralmente diversi nei confronti degli uomini? È una questione che ha origine dall’evoluzione delle due specie. I cani erano lupi e sono diventati cani proprio quando sono stati “addomesticati” dall’uomo. Questo li ha portati a creare un legame incredibilmente solido con l’essere umano. I gatti, invece, no.

A differenza dei cani, i gatti non hanno avuto bisogno dell’uomo per vivere attraverso i secoli. Uno studio dell’Università del Giappone, condotto da Atsuko Saito e Kazutaka Shinozuka, ha notato che i gatti, a seguito di una chiamata del loro padrone, muovevano si la testa nella direzione della voce ma, comunque, sceglievano di non rispondere.

I gatti presi in esame sono stati venti e sono state studiate le loro reazioni misurando i loro movimenti,i versi e gli occhi alle sollecitazioni esterne. L’indifferenza del gatto risiederebbe nella primissima domesticazione della specie.

Storicamente, i gatti a differenza dei cani sembrerebbero non essere stati addomesticati per obbedire agli esseri umani. Piuttosto sembrano loro a prendere l’iniziativa nell’interazione uomo-gatto.

Quindi il motivo di tanta differenza di carattere e affezione tra cane e gatto ha origini antichissime. Anche se, ovviamente, non avete dei millenni a disposizione, siamo sicuri che con il vostro amore potrete rendere il vostro micio meno “indipendente” dalle vostre coccole!

Via | La Zampa
Foto | Flickr

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog