Golden Retriever salva la vita al padrone malato di diabete

Il fiuto dei cani è sempre più al centro dell'attenzione degli scienziati che ne studiano la capacità di percepire le malattie; uno dei compiti speciali a cui sono addestrati è rilevare grazie al finissimo naso i livelli di zucchero nel sangue dei malati di diabete. E stando alla storia che vi raccontiamo ora, pare proprio che lo stratagemma funzioni.

Nello stato dell'Indiana un uomo diabetico si è salvato grazie a Kira, un Golden Retriever di 6 anni addestrata sin da piccola nel fiutare i livelli bassi di glicemia nel sangue. Nel cuore della notte Kira ha annusato che qualcosa nel suo padrone non andava e ha cercato di svegliarlo in ogni modo, anche sdraiandosi sopra di lui! Finchè Jeff, questo il nome del proprietario, ha capito che doveva subito mangiare qualcosa per riportare i valori del sangue a livelli ottimali.

Anche in questo caso il cane diventa un vero e proprio salvavita, racconta Jeff in questo sito che infatti i due non si separano mai, con buona pace di sua moglie che finalmente la notte può dormire più serena. In questo articolo sul Corriere della Sera, l'approfondimento a proposito dell'utilizzo dei cani come biodetective.

Immagine | Flickr

  • shares
  • Mail