• Petsblog
  • Cani
  • Cuccioli abbandonati davanti a negozio: la telecamera riprende la scena

Cuccioli abbandonati davanti a negozio: la telecamera riprende la scena

Cuccioli abbandonati davanti a negozio: la telecamera riprende la scena

A Palermo, due persone incappucciate abbandonano 8 cuccioli

E’ successo nella notte dell’11 ottobre a Palermo: due persone abbandonano dei cuccioli di rottweiler chiusi all’interno di uno scatolone davanti a un negozio di articoli per animali.

Il momento dell’abbandono è stato ripreso dalla telecamera di sorveglianza del negozio di articoli per animali “Da zero a quattro zampe”, la cui proprietaria, Manuela Bommarito, è nota a tutti nel quartiere per la sua sensibilità verso gli animali.

Il video mostra due persone incappucciate (poiché probabilmente consapevoli della presenza della telecamera), presumibilmente un uomo e una donna, avvicinarsi al negozio portando con sé uno scatolone di cartone chiuso con nastro adesivo; i due lasciano lo scatolone ai piedi della saracinesca del negozio e se ne vanno.

Durante la notte i cuccioli riescono ad aprire la scotola e iniziano a vagare nelle strade vicine; e per aggiungere assurdità alla già assurda storia, i passanti che li raccolgono non fanno altro che riporli nello scatolone.

La mattina successiva, all’apertura del negozio, la proprietaria trova lo scatolone con i cani: otto cuccioli di rottweiler, sette femmine e un maschio di circa 50 giorni di vita. Manuela si prende subito cura di loro, sfamandoli, pulendoli, eliminando le pulci e sverminandoli.

Verranno dati in adozione, ma solo a chi in possesso di determinati requisiti. Purtroppo, al di là dell’impressione che trattasi di un ragazzo e di una ragazza, nulla si può dire sugli autori dell’abbandono. Conciati in quella maniera, è praticamente impossibile.

La speranza è che qualcuno, riconoscendo i cuccioli, possa fornire le informazioni per rintracciare i colpevoli dell’abbandono.

Via | Geapress

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog

Blitz a Montichiari contro Green Hill 15.10.2011