Manuela, la tartaruga ritrovata viva dopo trent'anni che era chiusa in casa

La tartaruga ritrovata viva dopo trent'anni che era chiusa in casa

Capita che i nostri amici animali a volte si perdano, o per nostra negligenza o per loro voglia di fuggire. Sono poche le volte che tornano, anche se le cronache di tanto in tanto ci parlano di ritorni inspiegabili, soprattutto cani e gatti che macinano chilometri e chilometri per ritrovare i loro amici umani.

Succede anche che non siano solo i chilometri a essere tanti, ma anche i giorni, i mesi, gli anni. È quanto successo in Brasile qualche giorno fa: una famiglia ha ritrovato la propria tartaruga che credevano si fosse persa. Dall’ultima volta che l’avevano vista sono trascorsi ben trent’anni!

Negli anni Ottanta del secolo scorso, la famiglia degli Almeida iniziarono a ristrutturare la propria casa a Rio de Janeiro. Durante i lavori si resero conto che Manuela, la loro amata tartaruga, era scomparsa. Iniziarono a cercarla prima in case, poi fuori, ma non la trovarono. Pensarono che, dal momento che le porte di casa erano sempre aperte per via dei lavori, Manuela aveva imboccato la porta principale e se ne fosse andata. Del resto, come si dice, chi va piano, va sano e va lontano…

Il tempo passa, la vita va avanti e della tartaruga Manuela rimane un vago ricordo. Qualche settimana fa il patriarca dea famiglia, Leonel, muore e la sua famiglia inizia a fare un po’ di pulizie in casa, soprattutto in alcune stanze in cui il buon Leonel aveva l’abitudine di accumulare vecchi apparecchi elettrici. Si sposta tutto, si fa arieggiare e mentre si stanno facendo le operazioni di pulizia, Leandro, figlio di Leonel, si sente domandare da un vicino:

Che fai, butti pure la tartaruga?

Leonel allora guarda meglio e nelle buste dell’immondizia vede Manuela:

In quel momento diventai pallido e non potevo credere ai miei occhi.

Rimane un mistero di come la tartaruga abbia potuto vivere in tutti questi anni: se è vero che le tartarughe resistono alle condizioni avverse e possono vivere due o tre anni senza mangiare, un trentennio è pur sempre un periodo molto lungo! Secondo alcuni Manuela potrebbe essersi nutrita di insetti e qualche vermiciattolo.

È una bufala?

Secondo Agostino Montalti, presidente del Tarta Club Italia, questa storia è una bufala colossale. Ci ha scritto:

È impossibile che una tartaruga sopravviva per un periodo così lungo senza luce e acqua, il carapace sarebbe deformato mostruosamente, gli arti sarebbero atrofizzati. Dalla foto che gira sul web si vede chiaramente una tartaruga di pochi anni che sul carapace ha i segni classici di un allevamento in cattività, ma non certo denutrita.

Approfondiremo la questione e vi terremo informati.

Via | Jornal do Brasil
Foto | Pijamasurf

  • shares
  • Mail