Uomini e cani: diversi... ma non troppo

Uomini e cani: diversi... ma non troppo

Di primo acchito la differenza tra uomo e cane è lampante (anche se, a voler esser sinceri, per distinguere alcuni esseri umani dagli altri animali ci vuole un occhio iper allenato, ma questo sarebbe un discorso troppo lungo che ci porterebbe molto lontano dagli intenti di questo post).

Uomo e cane hanno alcuni elementi in comune: lo scheletro dell'uomo è composto da circa duecento ossa, quello del cane da quasi trecento; cani e uomini hanno una spina dorsale, una gabbia toracica e arti formati da ossa (scapola, omero, femore, tibia) che hanno lo stesso nome; come i cuccioli d'uomo i cuccioli di cani hanno i dentini “da latte” che spuntano circa a due settimane dalla nascita e iniziano a cadere verso i due mesi e mezzo, sostituiti dai denti permanenti; le zampe anteriori dei cani sono dotate, come le nostre mani, di cinque dita (una delle quali è posta più in alto, come uno sperone).

E poi, come sa bene chi con i cani ci vive, hanno gli occhi talmente espressivi che si è soliti dire che parlino. Ecco in questo caso mi sa che molti cani sono molto più eloquenti di diversi uomini. E il loro sguardo procura pace, perché basta guardare negli occhi il tuo cane per stare improvvisamente bene.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail