Getta il suo cane nell'immondizia credendolo morto, ma è vivo

Getta il suo cane nell'immondizia credendolo morto, mentre è vivo

All’inizio di febbraio, una signora di Firenze ha trovato in un cassonetto dell’immondizia un sacco nero, chiuso con nastro adesivo, che si muoveva e si lamentava. Subito ha avvisato le forze dell’ordine che hanno trovato nel sacco un cane maschio, di razza cocker spaniel, in fin di vita. Il cane – che dovrebbe avere sui dieci anni – è stato subito portato da un veterinario che ha prestato le prime cure. E il cagnolotto si è salvato.

Subito sono iniziate le ricerche per individuare l’autore di tale gesto criminale e ben presto il cerchio si è stretto intorno al colpevole che è stato fermato.

Scrive l’agenzia di stampa Geapress:

Il proprietario, a quanto pare, frequenta gli stessi luoghi del ritrovamento. Alle Guardie ENPA avrebbe riferito di aver creduto il cane morto. Una spiegazione che però parrebbe convincere poco. Il microchip, peraltro, era stato tolto prima di riporre il sacco nero con all’interno il cane, nel contenitore dell’immondizia. Proprio su questo punto, sono ancora in corso le indagini. Parrebbe infatti potersi confermare l’ipotesi di un taglio troppo preciso per essere stato eseguito dalla mano di un anziano. Un fatto che potrebbe indurre a pensare che un’altra persona sia stata incaricata dell’estrazione del chip. Nel caso, l’ipotesi dell’involontario gesto sarebbe destinata senza dubbio ad infrangersi. I reati ora contestati sarebbero quelli di abbandono e maltrattamento. A questi si affiancherebbero sanzioni di natura amministrativa.

Le indagini sono in corso e pertanto dobbiamo presumere che l’uomo sia innocente fino a prova contraria. Rimane, in ogni caso, la profonda tristezza di come è stato trattato il povero cocker: ammesso che fosse morto veramente, è mai possibile gettarlo in un secchione dell’immondizia? Anche a voler essere del tutto materialisti e non credere in un aldilà per esseri umani e animali, come si fa a buttare nella pattumiera un essere vivente che per anni ha fatto le feste al nostro rientro, che ci è stato vicino, che abbiamo accarezzato?

Foto | blogdnd via photopin cc

  • shares
  • Mail