Petsblog Animali domestici Diarrea nel furetto: cause e terapia

Diarrea nel furetto: cause e terapia

Diarrea nel furetto: cause e terapia

Lo so, argomento da non trattare in prossimità del pranzo. Però è importante parlare di diarrea nel furetto in quanto si tratta di una patologia molto frequente, causata dal fatto che i furetti hanno un tratto intestinale assai corto e un transito intestinale molto veloce. Le cause di diarrea nel furetto possono essere tante e bisogna considerare il fatto che molto spesso è difficile stabilire esattamente se la causa sia virale o batterica, quindi non vi stupite se in prima battuta il vostro veterinario instaurerà una terapia sintomatica.

Cause

Sono parecchie le cause che possono portare i nostri furetti ad avere la diarrea:

  • virus: fra i tanti agenti virali che provocano diarrea nel furetto abbiamo per esempio i rotavirus capaci di provocare una diarrea verdastra mucosa negli adulti non particolarmente grave, ma se colpisce i furettini di 2-6 settimane può provocarne la morte. Anche la malattia delle Isole Aleutine provoca diarrea nel furetto, così come l’Enterite Catarrale Epizootica (acronimo ECE) che si pensa sia di origine virale. L’Enterite Catarrale Epizootica provoca una diarrea verde fluorescente: è particolarmente pericolosa per i soggetti anziani o portatori di altre malattie, mentre nei giovani non dà grossi problemi con le normali terapie sintomatiche. Si tratta però di una forma di enterite molto contagiosa, che salta spesso fuori dopo l’introduzione di un nuovo soggetto, asintomatico in quanto portatore sano
  • batteri: la causa batterica più frequente di diarrea nel furetto è l’Escherichia coli, mentre è più rara la salmonellosi in quanto è provocata dall’alimentazione con carne cruda. Pur essendo rara, però, provoca una sintomatologia abbastanza grave con anoressia, diarrea emorragica, febbre, congiuntivite, abbattimento. Il Lawsonia intracellularis provoca una diarrea chiamata Enterocolite proliferativa di solito nei giovani di 4-14 mesi di età
  • parassiti: raramente nei furetti si ritrovano uova di ascaridi e anchilostomi che però non danno grossi problemi; più seria invece l’infezione da Giardia e la coccidiosi nei giovani in quanto quest’ultima provoca diarrea emorragica (esattamente come nei cuccioli e nei gattini, anche se ricordo che ogni specie animale ha i suoi coccidi)
  • alimentazione: se si danno al furetto cibo non consoni come latte, formaggi, verdure, croccantini ricchi di proteine vegetali, ecco che il furetto non è in grado di digerirli e compare diarrea. Occhio poi anche ai cambi non graduali di alimentazione
  • stress
  • IBD: si tratta della malattia infiammatoria intestinale che provoca malassorbimento e diarrea cronica. Probabilmente è causata da fenomeni di allergia alimentare e può essere anche secondaria a malattie surrenali che, lingomi, patologie delle vie urinarie, epatopatie e via dicendo
  • corpi estranei: avevamo già parlato della sindrome da corpo estraneo nel furetto. A differenza di quanto accade in cane e gatto in cui un corpo estraneo causa vomito non produttivo e assenza di feci, nel furetto spesso un corpo estraneo è accompagnato o dalla produzione di feci o da diarrea

Sintomi

I sintomi della diarrea nel furetto sono ovviamente quelli di produzione di feci non formate, di colore non normale e accompagnate o meno da muco o sangue, dipende dalla causa. A questo sintomo si accompagnano anoressia, abbattimento, prostrazione, disidratazione, congiuntivite, vomito.

Per quanto riguarda la diagnosi non sempre si riesce a risalire alla causa. Questo perché richiederebbero esami specifici e particolari e non sempre per esempio la ricerca del virus responsabile è fattibile. Nel caso di sospetto di salmonella potrebbe esservi richiesto un esame batteriologico sulle feci per stabilire il ceppo esatto di salmonella responsabile della diarrea e sapere quale antibiotico è più adatto. Ricordate sempre che in caso di diarrea dovete portare un campione di feci al veterinario in modo che possa effettuare anche un esame per arricchimento e vedere se ci sono parassiti intestinali o no.

Terapia

Per quanto riguarda la terapia, essa sarà sintomatica nella maggior parte delle volte: se si sospetta una natura batterica della diarrea o una complicanza batterica, ecco che al furetto verranno somministrati antibiotici. A questi si devono accompagnare dei sintomatici: fermenti lattici, addensanti delle feci e via dicendo.

Importante è correggere la disidratazione: si può effettuare tramite delle ipodermoclisi o la somministrazione di fluidi per via endovenosa nei casi più gravi. Se il furetto con diarrea non vuole alimentarsi da solo, allora dovremo procedere con la nutrizione forzata tramite gli appositi alimenti per convalescenti per cani e gatti.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria.

Foto | Flickr

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare