Cucciolata di criceti, come mi comporto?

È possibile che, per inesperienza o per cattiva informazione, vi siano stati venduti due criceti che, ahimè si sono palesati come maschio e femmina. Ovviamente, in brevissimo tempo avrete la prima cucciolata e, onde evitarne di successive, ecco come procedere. Prima di tutto maschio e femmina vanno separati: il maschio dovrà stare solo in una gabbietta tutta sua, mentre la femmina dovrà restare con i cuccioli dato che li deve allattare.

Non si può assolutamente temporeggiare per quanto riguarda la separazione del maschio poiché la femmina può restare immediatamente nuovamente incinta. Per indicazioni sulle gabbie e loro dimensione minima, seguite questo link.

Ebbene dunque, mamma criceta deve crescere i suoi piccini: è bene che stia più tranquilla possibile, in luogo privo di rumori forti, non al freddo, non su correnti d'aria. Potete integrare la sua dieta con qualche proteina in più: una goccia di yogurt di soia (NON con latte in polvere mi raccomando e men che meno con latte di mucca!) un tocchetto di mandorla, di noce o qualche pinolo.

I cuccioli non devono essere toccati nè la gabbia svuotata e pulita fino a che i cuccioli non hanno un paio di settimane, hanno messo il pelo e aperto gli occhi. A quel punto è bene pulire la gabbia (che sarà alquanto odorosetta) spostando mamma e piccoli in un trasportino e lasciandoli ancora tutti insieme.

I criceti sono animali solitari: mamma criceta e papà criceto dovranno restare separati ora e per sempre. I piccoli, a loro volta, dovranno essere separati uno per gabbia al compimento di un mese di età: altrimenti saranno fertili e avverrà un orribile accoppiamento tra fratelli e consanguinei.

Rendendomi conto che magari una persona non ha la possibilità di tenere in casa 15 gabbiette ben distinte, esistono associazioni atte al trovare casa a questi cuccioli non voluti come AAE e AIC. Ovviamente tali associazioni intervengono su promessa di nessuna futura riproduzione: bisogna infatti fare estrema attenzione poichè i criceti sono molto prolifici e rischiate di passare da una coppia a una cinquantina di criceti nell'arco di pochi mesi. Seguite le suddette istruzioni se non volete essere vittime di una vera e propria invasione.

  • shares
  • Mail