Gli Acchiappanimali, chiamateli se il vostro pet scompare!


Si chiamano Luca e Andrea, sono della provincia di Bergamo e di professione sono Acchiappanimali. No, non accalappiano cani ma li trovano. Li trovano e vi aiutano quando e dove nessuno lo fa (cosa che, a pensarci, ha veramente dell'incredibile) e non trovano solo cani ma anche gatti e altri pet. Praticamente sono come dei novelli Ace Ventura. A dirigere la loro task-force ci sono anche Daniela e, la loro "arma segreta" che poi segreta non è: Napoleone, un setter irlandese.

Tutti insieme si impegnano a coprire una mancanza che, come dicevo, sembra quasi paradossale: nessun ente vi aiuta attivamente nella ricerca di un animale scomparso. Perdete il vostro cane o gatto? l'unica cosa che potete fare è appendere dei fogli con la sua foto nella speranza che qualcuno vi chiami o che il vostro amico venga portato in un canile e riconosciuto tramite il microchip. Speranze, purtroppo, sempre remote. La squadra Acchiappanimali si avvale di tecniche di ricerca sofisticate. Due modi di comunicare la scomparsa (se avvenuta entro o oltre le 36 ore) e analisi di cane e territorio e ricerca attiva.

Una tecnica di ricerca unica in Italia importata direttamente dagli Stati Uniti dove una squadra simile opera con successo a Seattle. La prima creatura salvata da Luca e Andrea è stata una tartaruga, fuggita durante i festeggiamenti del quattro luglio. La percentuale dei loro successi è decisamente alta: l'ottanta per cento. Hanno un costo che, però, è decisamente accessibile. La tariffa è di 250 euro (escluse le spese di trasporto) ma, come dicono loro, se uno non è disposto a spendere nemmeno 250 euro per il suo amico forse è proprio il pet che merita una nuova famiglia.

Via| Acchiappanimali
Foto| La Stampa

  • shares
  • Mail