Il diabete nei cani e le possibili cure


Il diabete è, per gli esseri umani, una brutta malattia. Una malattia quantomeno molto noiosa perché costringe a dei cambiamenti significativi nello stile di vita. Anche i cani possono soffrirne. Uno studio andato avanti per trent'anni condotto dall'università del Missouri ha evidenziato come, in questo lasso di tempo, i casi di diabete tipo 1 (quello insulinico per intenderci) nei cani siano aumentati del 200%. Questo dipende da uno stile di vita spesso imposto e copiato dal nostro includendo un'alimentazione scorretta, ricca di zuccheri e grassi associata ad un esercizio fisico scarso o totalmente assente. Sino ad ora l'unica terapia era equiparabile a quella umana e consisteva nelle classiche iniezioni di insulina.

Da qualche anno, però, la dottoressa Amy DeClue e il dottor Charles Wiedmeyer stanno sviluppando un sistema sottocutaneo per monitorare in maniera rapida e costante il livello di glucosio nei piccoli pazienti. questo dispositivo , perennemente attivo, permette al veterinario di vedere come reagisce l'organismo dell'animale agli stimoli esterni come, ad esempio, la somministrazione di un biscotto o una passeggiata. Tale dispositivo si rende utile per intervenire con la massima rapidità nell'eventuale correzione di diete e terapie. ricordatevi una cosa importante però: il fatti che le cure ci siano non significa fregarsene a priori. La miglio cura è la prevenzione quindi solo mangiare equilibrato, niente schifezze e tanto tanto esercizio fisico!

Via| Nuova Società
Foto|Flickr

  • shares
  • Mail