Gattari da legare: Associazioni a sdilinquire

Mi chiamo MorkieTempo fa vi parlai delle segretissime associazioni a delinquere fondate, presiedute e composte da gatti. Oggi è tempo di parlare delle Associazioni a sdilinquire, composte da gattare che, a prima vista, sembrano avere tutti i requisiti necessari a passare per vecchie pazze un po’ patetiche. Le gattare membri di tali associazioni si riuniscono di tanto in tanto e si scambiano aneddoti, consigli e notizie, facendo commenti con vocetta stridula del tipo “oh, me lo ricordo Piripicchio! Che gattino meraviglioso! Guarda, ho ancora la cicatrice sul braccio! Un coccolone!”.

Le notizie, per lo più, riguardano gatti salvati e rimessi in sesto. Una mia amica, salvatrice seriale di gatti e professionista del volontariato estremo, quello che ti costringe a rispondere a richieste di aiuto alle 2:30 del mattino, si è presentata qualche giorno fa con uno strano esserino: entrata in auto, ho cercato di mettere a fuoco, ma prima di riuscirci ho visto solo una lingua che mi si infilava nelle narici e negli occhi. La gattara seriale ci è cascata: ha trovato questa lingua con un po’ di pelo intorno e non ce l’ha fatta, a darla in adozione. La lingua col pelo intorno è generalmente conosciuta come morkie, un incrocio tra un maltese e uno yorkshire.

L’hanno abbandonata vicino a un cassonetto, sport diffuso, e la mia amica, unendo il masochismo da volontaria ai superpoteri gattari, l’ha trovata. La mia amica non si è convertita ai cani, è solo una persona abituata ad alleviare le sofferenze degli animali, che fa proprie. A volte, alcuni salvataggi ti coinvolgono più degli altri: ci sono animali che ti guardano negli occhi e tu sai che non te ne separerai più. Non vuol dire fare parzialità, è solo che ci sono colpi di fulmine anche tra animali e persone: salvi e curi 30 animali, ma ci sarà sempre quello che ricorderai più degli altri.

La piccola morkie è stata tutto il tempo al centro dell’attenzione: andava da un grembo all’altro leccando tutti e addormentandosi ovunque. Noi lì, come un branco di zie zitelle, ce la passavamo coccolandola e parlandole in modo ridicolo, elencando nel frattempo liste di gatti e cani passati davanti ai nostri occhi, nelle nostre case, nei nostri cortili. E, nei nostri cuori, lo zampino ce lo hanno messo tutti.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: