Il gatto che terrorizza i cani di Palermo

Villa Trabia a Palermo

A Palermo i giardini seicenteschi della storica Villa Trabia, sono diventati molto pericolosi per i cani. Si aggira nella zona, infatti, un teppistello che aggredisce i cani che se ne stanno tranquillamente ad annusare il territorio: l’attacco è improvviso, un po’ violento tanto da terrorizzare il malcapitato cane e a farlo fuggire con la coda tra le zampe.

Lo spaventa cani è noto: si tratta, infatti, di un gatto! Sì, proprio un grande gatto arancione, di quelli che hanno sul volto i segni di una vita vissuta e non si spaventano dinanzi a nulla. Figurarsi mettersi paura di un cane! Però il micione in questione è diventato un vero e proprio problema per chi si aggira nel parco, tanto che la Polizia Municipale lo ha inserito nella lista ufficiale dei ricercati.

I testimoni che l’hanno visto in azione raccontano che il gatto rosso è tranquillo e sereno e se ne sta nella sua zona. Se passa qualche uccello non lo degna di uno sguardo; se passano esseri umani non li considera nemmeno. Ma se si avvicina un cane è la fine: si gonfia, inizia a emettere suoni tremendi, soffia e attacca in un nugolo di polvere e urla. Alla fine rimane solo il cane che guaendo fugge.

Un mito, questo gatto rosso, che riporta giustizia nel mondo: tutti pensano che i cani attacchino i gatti e li mettano in fuga. Ma chi vive con i cani sa che questo non è vero. Lo sanno anche gli umani che vivono con i gatti. E, naturalmente, lo sanno i gatti!

Via | Si24
Foto | MyName (Dedda71) (Opera propria) [CC-BY-SA-2.5], attraverso Wikimedia Commons

  • shares
  • Mail