I cani e l'acqua: ci sono dei rischi?


La predisposizione dei cani per l'acqua varia da razza a razza. Ci sono, ad esempio, i labrador o i terranova che in acqua si trovano benissimo ma, fondamentalmente, tutti i cani hanno le potenzialità per diventare esperti nuotatori. Come per noi umani anche per i nostri amici cani il nuoto è un ottimo esercizio e una bella fonte di divertimento ma ci sono dei piccoli rischi a cui un cane può andare incontro quando decide di mettere le zampe a mollo. Partiamo, però dal principio. come detto ci sono cani che hanno sin da cuccioli una ottima predisposizione per il contatto con l'acqua. L'ideale per abituare il nostro cane all'acqua sarebbe bene iniziare a fargli prendere confidenza sin da cucciolo facendo attenzione a non farlo andare sott'acqua con la testa per evitarli delle paure.

I rischi, come dicevamo, sono sempre in agguato. Negli USA, ad esempio, un gran numero di incidenti ai cani avviene a causa delle coperture morbide delle piscine private. Il cane ci cammina sopra e, se la copertura cede, rischia di far affogare il povero cucciolo. Una soluzione a questo problema è quella di utilizzare delle coperture rigide che, saranno anche più costose, ma sono decisamente più sicure per la salute del nostro cane. Anche il mare non è sicuro al 100%. Il mare nasconde delle insidie: portatevi dietro sempre dell'acqua da dare al vostro cane prima che faccia un'indigestione di acqua salata. preferite i fiumi? nemmeno quelli, purtroppo, sono a prova di problema. La loro acqua potrebbe essere inquinata da parassiti portatori di malattie e problematiche varie. Una soluzione sempre valida è quella di fare molta attenzione a cosa fanno i nostri cani, ad osservarli bene per capire eventuali sintomi strani e a contattare il veterinario in caso di dubbi.

Via| Canadian Press
Foto|Flickr

  • shares
  • Mail