Cosa fare se si ha un cane che vomita schiuma gialla

Talvolta capita di vedere il cane che vomita schiuma gialla e chiedersi di che cosa si tratti. In pratica quando il cane vomita, come prima cosa emette dalla bocca tutto il cibo che ha nello stomaco accompagnato da una schiuma biancastra, composta dai succhi gastrici. Se però il cane ha episodi ripetuti di vomito, ecco che la schiuma da bianca diventa giallastra, perché inizia a tirare fuori anche i succhi intestinali.

I veri succhi intestinali sono più sul verdastro, però bisognerebbe non arrivare a questo punto prima di portare il cane a visita: più il cane vomita, più si disidrata, più avrà uno squilibro elettrolitico e più abbattuto sarà.

Cane steso che dorme

Cause


Le cause del vomito nel cane sono varie e diverse, ecco le più frequenti:


  • assunzione di sostanze che stimolano il vomito: parecchi farmaci normalmente utilizzati possono indurre vomito, soprattutto digossina, cisplatino, ciclofosfamide, doxorubicina, eritromicina, tetracicline
  • assunzione di sostanze tossiche, veleni, anche ingestione di piante o parti di piante tossiche
  • ostruzione gastrointestinale: corpi estranei, stenosi pilorica, neoplasie, malattie infiltrative non neoplastiche, dilatazione/torsione gastrica, cicatrici, torsione/volvolo intestinale, invagina mento, ernia di Winslow
  • infiammazioni gastroenteriche: gastriti croniche, ulcere gastriche, enterite (anche da Parvovirus, Cimurro, gastroenterite emorragica, parassitosi intestinali), colite, pancreatite (sia acuta che cronica), peritonite
  • cinetosi
  • malattie sistemiche: uremia da insufficienza renale, morbo di Addison, ipercalcemia, insufficienza epatica, cheto acidosi diabetica, colecistite
  • problemi vari: pasti troppo abbondanti, singolo pasto giornaliero, ipomotilità idiopatica, malattie del sistema nervoso centrale (epilessia, meningiti, tumori, aumento della pressione endocranica)
  • cause comportamentali: cani molto ansiosi ed eccitati vomitano frequentemente

Terapia

In caso di singolo vomito occasionale, anche se giallo, il veterinario provvederà a visitare il cane per escludere la presenza di corpi estranei o di invaginamenti, patologie che richiedono un intervento chirurgico immediato per la loro risoluzione. In assenza di un addome acuto, ecco che si imposta una terapia sintomatica con antiacidi, antiemetici, antibiotici se necessario e fluido terapia, fondamentale per reidratare il cane che vomita e per ripristinare l’equilibrio idroelettrolitico.

Se il vomito però è frequente, anche episodi leggeri ripetuti nel tempo, forse conviene valutare insieme al veterinario se effettuare analisi più approfondite. Se neanche un cambio di alimentazione con cibi appositi in questi casi sortisce effetti, si può optare per approfondire la questione se sia il caso di fare esami del sangue, ormonali, radiografie, ecografie o anche un’endoscopia in modo da capire esattamente la causa del problema. Diciamo che la terapia di sostegno e sintomatica di base non cambia, però è ovvio che se il vomito ripetuto è causato da un tumore, ci sarà una determinata prognosi rispetto a un vomito provocato da una gastrite cronica da errata alimentazione.

Cose da non fare


Ecco alcune cose da non fare in caso di vomito del cane:


  • il fai-da-te: non somministrate farmaci a casaccio, neanche se precedentemente prescritti dal veterinario, perché non potete sapere se la situazione sia identica al passato e in alcuni casi potreste causare dei danni irreparabili
  • lasciare l’acqua a disposizione: è vero che il cane che vomita ha sete, solo che se lo lasciate libero di bere, si scola l’intera ciotola, dilata lo stomaco e poi vomita. Più vomita, più beve e bisogna interrompere questo circolo vizioso. Dovete farlo bere poco e spesso, in modo da essere sicuri che non vomiti tutto subito
  • non dare cibo: questa è una cosa che capita di frequente. Il cane vomita e subito dopo gli si dà da mangiare. Il cane ovviamente rivomita. In questo caso, bisogna tenere lo stomaco a riposo, se è irritato, più insistete, anche se il cane ha fame e più vomita. Il cibo andrà introdotto nuovamente in maniera graduale poco e spesso, ma consultate prima il vostro veterinario
  • non fategli mangiare erba: è vero, il cane mangia erba quanto sente di avere qualcosa nello stomaco nel tentativo di vomitarlo. Ma se ha già lo stomaco irritato, l’erba non fa altro che peggiorare l’infiammazione, aumentando il vomito
  • non dare latte: qualcuno vedendo che il cane non mangia a causa della nausea indotta dal vomito, gli dà il latte da bere. Magari il cane lo beve, visto che se vomita è assetato, ma finisce poi per avere anche la diarrea e voi vi troverete a combattere con un cane che ha vomito e diarrea in contemporanea

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria.

Foto | Trazomfreak

  • shares
  • Mail