Ma la pipì del cane porta alla multa?

Tutti noi, quando portiamo fuori il nostro peloso a fare la passeggiata, sappiamo che non raccogliere le sue deiezioni può causare delle multe piuttosto salate (oltre ad essere una vera dimostrazione di inciviltà). Ovvio, per "la grossa" abbiamo sempre dietro i nostri sacchettini ma come la mettiamo per la pipì? Quello dipende tutto dal regolamento urbano delle singole località e, ovviamente, dall'eventuale desiderio di un vigile di essere fin troppo zelante. A Trieste, ad esempio, se un cane fa i suoi bisognini sulla gomma di un'automobile il proprietario può beccarsi una multa da 50 a 300 euro!

Ovviamente si tratta soprattutto di una questione di buonsenso da parte dei padroni. Non lasciate, mi raccomando, che il vostro cane segni il territorio davanti a portoni, negozi e altri locali pubblici. Se succede, siate estremamente educati, spiegate al gestore l'accaduto e chiedete un secchio d'acqua per lavare via il tutto. Non crediate ce io stia esagerando. Sempre dal sito Tuttozampe, leggiamo di un cittadino parmense che si è visto appioppare una contravvenzione di 24 euro solo perchè il suo cane l'aveva fatta sul marciapiede.

Come fare allora per evitare queste multe? Anzitutto, fate attenzione a dove portate il vostro peloso, preferite le aree verdi e guardate bene dove alza la zampa. Se avete la sfortuna, poi, di incappare in un vigile troppo ligio al suo dovere potete andare a controllare il regolamento locale. Se non c'è nulla a riguardo, la contravvenzione è nulla.

Foto |Flickr

  • shares
  • Mail