Come far dormire un cucciolo


Il mio primo cane l'ho preso da un amico di famiglia la cui boxer aveva appena partorito. Finito il periodo dello svezzamento e fatti fare tutti i vaccini del caso lo abbiamo portato a casa. Le prime notti, però, sono state "tragiche". Era il nostro primo cane e non sapevamo bene come comportarci. Inizialmente lo abbiamo messo a nanna in una cesta con dei cuscini e posizionata nell'antibagno e, mentre dormivamo, tenevamo la porta chiusa. Il posto non era sicuramente il massimo a livello estatico ma era almeno sicuro visto che, alla sua portata, non c'era nulla che potesse fargli male come, ad esempio, i fili elettrici. Immancabilmente, però, lo sentivamo piangere e ci alzavamo per andare a vedere cosa aveva.

In fin dei conti voleva quello che tutti i cani vogliono: compagnia. Noi andavamo li , lo prendevamo in braccio, lo coccolavamo un po' e lui tornava a dormire beatamente. Un mio conoscente mi ha dato un suggerimento che si è rivelato molto prezioso: mettere nella cuccia un mio indumento, non pulito perchè ci fosse sopra il mio odore, e mettergli vicino una di quelle svegliette a buon mercato ma che facesse sentire il "tic-tac" così da ricordargli il battito del cuore della mamma. La cosa ha funzionato alla meraviglia e, per le settimane successive, le notti le ha passate tranquillo. Se volete una cosa più "rapida" potete prendere uno sleepy bunny, una sorta di pelouche con un ticchettio interno, ma su, come può essere più romantico di un maglione e di un orologio? Come si può voler rinunciare a coccolare un cucciolo?

Foto|Flickr

  • shares
  • Mail