Come curare il raffreddore nel gatto

Come curare il raffreddore nel gatto

Come si cura il raffreddore nel gatto? Vediamo come riconoscerlo e le terapie migliori.

Il raffreddore nel gatto può essere causato da un gran numero di fattori che vanno dall’influenza alle allergie. Qualsiasi sia la causa, il raffreddore va curato perché crea disagio al gatto e può essere contagioso.

I sintomi più comuni che segnalano il raffreddore sono starnuti, naso che cola, difficoltà respiratorie, tosse e congiuntivite. A volte il naso tappato può anche portare il micio a rifiutare il cibo. Quando compaiono questi sintomi e persistono per più di due giorni bisogna portarlo dal veterinario. In questo modo è possibile scoprire la causa del raffreddore e di conseguenza capire qual è la cura più adatta.

Nella maggior parte dei casi il raffreddore si cura come per gli esseri umani: medicinali (antibiotici, antivirali o decongestionanti, in base a quanto indicato dal veterinario), riposo e tanti liquidi caldi. Se il raffreddore è grave può anche essere utile umidificare le vie nasali con un normale umidificatore da camera (che fa bene anche agli esseri umani). Se si lava il gatto bisogna assicurarsi di asciugarlo completamente per evitare che un nuovo colpo di freddo peggiori la situazione. Evitare inoltre il contatto con gli altri gatti per non diffondere il virus e pulire spesso le ciotole e le stanze in cui il gatto passa la maggior parte della giornata.

Altre cure sono determinate dalla causa. Ad esempio se il raffreddore è provocato da un’allergia, va trattata la causa scatenante per alleviare i sintomi. Se il gatto si rifiuta di mangiare, si può provare a riscaldare il cibo umido nel microonde o a bollire il pesce o la carne per aumentare l’odore e fargli tornare l’appetito. È consigliabile anche una pulizia quotidiana degli occhi e del naso dalle secrezioni.

Se nell’arco di un paio di settimane la situazione non migliora bisogna riportare il gatto dal veterinario per controllare cosa non ha funzionato e per degli esami più approfonditi. La causa della mancata guarigione può essere qualche patologia più grave che ad un primo controllo può essere sfuggita.

Via | Pets; Suite 101
Foto | Flickr; Rrrtem

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog