Tutto sul beagle: il carattere, l'addestramento e le caratteristiche

I beagle sono cani molto belli: sono piccoli, hanno il pelo raso e un forte senso della pulizia. Possono vivere benissimo in appartamento e ammaliano chiunque con i loro occhioni. Conosciamoli un po’ più da vicino.

Cani di razza Beagle

I cani di razza beagle sono diventati particolarmente popolari a seguito della vicenda Green Hill. Come sapete, infatti, erano proprio cani di razza beagle sui quali venivano condotti esperimenti.

I beagle appartengono al gruppo dei cani segugi e cani per pista di sangue (questo il nome proprio del gruppo) e vanno collocati nella sezione dei cani segugi e, in particolare, tra i segugi di taglia piccola. Il pelo di questi cagnolini è corto e può essere bicolore o tricolore. Al garrese misurano tra i 33 e i 40 centimetri. Se più bassi di 35 centimetri vengono chiamati Beagle Elisabeth, in ricordo della regina Elisabetta I che li selezionò come cani da compagnia. I Beagle Elisabeth, comunque, sono molto rari.

Un po' di storia

Sulle origini del Beagle si sa poco e spesso si sconfina nella leggenda. Alcuni ritrovano le tracce di questi cani negli scritti di Senofonte (IV secolo avanti Cristo) che parlava di un certo tipo di cani da caccia. Sembra che nel poema Ossian (leggendario dell'antica Scozia) il segugio che vi è nominato abbia tratti simili ai Beagle dei nostri giorni.

Durante il regno di Elisabetta I d’Inghilterra (1533–1603) i Beagle erano ben noti, anche se i francesi affermano che quei cani siano di discendenza dei loro segugi. Insomma, le solite storie che siamo abituati a sentire.

Quello che è certo è che i cani di razza Beagle oggi massicciamente sono presenti in Australia, Francia, Inghilterra, Italia e Stati Uniti. Vengono usati come cani da caccia (in Australia, per esempio, nella caccia al canguro) ma soprattutto come cani da compagnia.

Carattere e addestramento

Il Beagle è considerato uno dei cani più buoni del mondo ed è molto dolce con i bambini. Però non dimentichiamo che è un cane segugio e, come tale, deve fare molto movimento, possibilmente in campagna. Questo suo aspetto rende la sua educazione un po’ lunga. C’è bisogno di tanta pazienza, di molta gentilezza e fermezza e anche moltissima costanza perché, pur avendo le migliori intenzioni, al Beagle basta un semplice odore per farlo distrarre. Del resto, lo ripetiamo, è un segugio!

La sua arma vincente sono i suoi occhioni che fanno sciogliere tutti. Solitamente gode di ottima salute e non ha particolari problemi. Può vivere all’aperto, purché gli si costruisca una cuccia ben protetta da pioggia e umidità. Se lo tenete in casa, però, accertatevi che faccia molto moto. Se ingrassa ne risentirà pesantemente, visto che è nato per cacciare e per essere un vero e proprio atleta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail