Cane che mangia in fretta, cosa fare? Consigli per un’alimentazione corretta

Cane che mangia in fretta, cosa fare? Consigli per un’alimentazione corretta

Cosa fare quando si ha un cane che mangia in fretta? Cosa fare per evitarlo? Oggi andremo a parlare di un problema molto diffuso fra i proprietari, ovvero il cane che si ingozza letteralmente e non riesce a digerire bene.

Potrebbe sembrare un argomento non di pertinenza veterinario, una richiesta di chiarimenti da parte di un nostro lettore su Facebook, Ciro Formisano che ringraziamo per la domanda, ci ha fatto riflettere sulla questione: come dare da mangiare correttamente al cane? E non pensiate che si tratti solo di un problema educativo: mangiare troppo in fretta può provocare ogni genere di disturbi digestivi al cane.

Cane che mangia in fretta

Il cane che mangia in fretta lo conosciamo tutti: è quello vorace, che non fai in tempo a riempire la ciotola che ha già spazzolato tutto, in stile aspirapolvere per intenderci. Se a un proprietario fa piacere veder mangiare il proprio cane con sano e robusto appetito, non altrettanto vederlo mangiare in fretta e furia tutto quello che gli si mette davanti al naso.

Parliamo prima di tutto dei problemi digestivi che mangiare in fretta provoca. Prima di tutto è vero che il cane non ha una masticazione elaborata come la nostra, di solito dà due masticate e poi ingoia. Tuttavia se non fa neanche questo, il processo digestivo non inizia correttamente ed ecco che ingerisce grandi quantità di cibo praticamente inalterato in poco tempo: è ovvio che questo alla lunga provoca rigurgito e vomito. Se un vomito ogni tanto nel cane è tollerato, quando il vomito nel cane diventa troppo frequente, ecco che la mucosa dello stomaco si irrita e ci avviamo verso la strada della gastrite cronica, fonte di frustrazione sia per i veterinari che per i proprietari che non riescono a debellare del tutto il problema.

Inoltre mangiare così velocemente non garantisce al cane un senso di sazietà, vuole mangiare di continuo. Questo predispone a tutta una serie di sintomi gastroenterici, fra i quali spiccano vomito e diarrea. Senza dimenticare che una non corretta digestione provoca flatulenza, meteorismo, coliche addominali. E ricordatevi che da quelle parti c’è sempre il pancreas che ci mette un attimo ad infiammarsi e a peggiorare la situazione esitando in una pancreatite.

Passando al punto di vista educativo, è chiaro che un cane che mangia così in fretta non ha solo fame, ma anche un disturbo legato all’ansia. Magari da piccolo faceva parte di una cucciolata numerosa ed ha dovuto lottare per il cibo, magari il motivo è che ha patito la fame quando girovagava libero, ma il punto è che tutta questa ansia e agitazione nell’alimentarsi non gli fa bene.

Come fare dunque in questi casi? Prima di tutto dobbiamo imparare a somministrare correttamente il cibo al nostro cane. Se ho un cane ansioso, che mangia in fretta non iniziamo ad eccitarlo mentre gli prepariamo la pappa: niente “Dai tesoro, fra un pochino si mangia, su dai, arriva la pappaaaaa!”. Ovvio che il cane, già eccitabile di suo, aumenta il livello di eccitazione ad ogni nostra parola. Si prepara la pappa tranquillamente, si lascia stare il cane fino a quando non è pronta e a quel punto lo chiamo con tono di voce fermo e deciso.

A questo punto il cane potrebbe arrivare già in stato di iper eccitazione, perché finora noi glielo abbiamo consentito. E’ ora di cambiare: il cane mangia quando è calmo, sottomesso e tranquillo. Non gli diamo la ciotola quando saltella, uggiolando, tutto nervoso: questa non è felicità, è ansia. Con la ciotola in mano lo mettiamo a cuccia: se non glielo abbiamo insegnato finora, questo è un buon momento per iniziare. Quando il cane è seduto e tranquillo, allora mangia. Dieci minuti, gli lascio la ciotola, vado a fare altro e poi torno a ritirare la ciotola.

Se notiamo che il nostro cane aspira le crocchette, senza masticarle, il trucco è quello di spargerle per terra, in maniera da fare in modo che sia costretto a muoversi per mangiarle, rallentando così l’assunzione dell’alimento. Farlo stare calmo durante il pasto ha anche lo scopo di evitare ogni rischio di torsione di stomaco, soprattutto nei cani di grossa taglia a torace profondo. Inoltre possiamo mescolare al cibo piccoli pezzi di carota, in modo che il cane sia costretto a sgranocchiarli e a perderci un po’ di tempo.

Cane che mangia troppo

Altra lamentela che si sente spesso è questa: il cane mangia troppo. Riflettiamo un momento su questa frase: il cane non apre il frigo, non apre la scatoletta, non prende direttamente il cibo dal sacco delle crocchette. Siamo noi che gliene diamo. Quindi se il cane mangia troppo non è colpa sua, ovvio che se gli do continuamente cibo, il cane golosone mangia sempre, ma la colpa è nostra che gli diamo continuamente cibo.

Quindi chiedete al vostro veterinario quale sia la dose giornaliera di cibo giusta per il vostro cane e suddividete questa razione in 2-3 pasti. Non dategli extra da mangiare, niente cibo fuori pasto, niente cibo dalla tavola e vedrete che il cane non mangerà troppo. Inoltre il cane richiede anche cibo perché sa che in questo modo gli date attenzione. E se quando vi chiede cibo fuori pasto, al posto di darglielo, provate a giocare con lui o a fare una bella passeggiata?

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria.

Foto | Anthony Mendez

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog