I cani dell’11 settembre

I cani dell’11 settembre

Tra i soccorritori dell'attacco alle Torri Gemelle c'erano anche loro, i cani: il nostro ricordo grato

Che ci piaccia oppure no, in qualsiasi modo la si pensi, questo è un giorno di cui si parlerà per molti altri anni a venire. Quanto accaduto nel 2001 a New York ha cambiato radicalmente, in maniera più o meno diretta, un po’ la nostra vita. Tra tutti gli eroi che si sono mossi per portare in salvo i superstiti non si possono certo trascurare i cani. Cani “civili” e cani “militari” ma, comunque, impavidi soccorritori che sono stati fondamentali in quel giorno e in quelli a venire.

Si scopre la storia di Rosselle, un cane guida che ha letteralmente trascinato in salvo la sua padrona cieca per molte rampe di scale. Non solo, c’è anche Eli, un pastore belga, che negli anni a seguire l’attacco ha portato enorme conforto ai sopravvissuti grazie alla pet therapy, salvandoli dagli attacchi di panico. Senza dimenticarsi di Trakr,un pastore tedesco decisamente abile nel ritrovamento dei superstiti sotto le macerie delle torri, o del suo “collega” Sage, che le persone le ha salvate al Pentagono.

C’è anche la squadra speciale cinofila K-9 che ha dato un preziosissimo aiuto. Quattro zampe fedeli all’uomo ai quali dovremmo, quantomeno, dire grazie.

Via| Green Style

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog