Regalare un cucciolo per San Valentino: siete sicuri che sia una buona idea?

Cagnolino con stampi di rossettoRegalare un cucciolo per San Valentino. Che idea romantica. Magari da bambini avete visto Lilli e il vagabondo e ricordate benissimo la scena in cui lei apre la cappelliera e viene fuori un piccolo adorabile cagnolino, che si farà presto amare da tutti. Bene, dimenticate il film e cerchiamo di essere pratici. La domanda principale non è se il vostro lui o lei amerà il cucciolo, ma: 1. se ha uno spazio per poterlo tenere; 2. se ha il tempo per potersene occupare; 3. se i suoi genitori (nel caso viva con loro) amano gli animali; 4. se il regolamento condominiale ammette animali in casa.

Punto 1 e punto 2: se ha poco spazio in casa e poco tempo non pensate ad un cagnolino, visto che ha le stesse esigenze di un bambino piccolo. Con un gatto va un po' meglio, ma solo se è già stato svezzato ed è autonomo. Il gatto sopporta senza problemi le eventuali lunghe assenze del suo padrone.

Punto 3 e punto 4: se ci sono dei genitori cui rendere conto o un regolamento condominiale ferreo o dei vicini che non amano gli animali, dovreste lasciar perdere l'idea del cagnolino e del gattino ed optare per altri tipi di animali. Le tartarughe d'acqua sono ad esempio un'ottima idea: sono carine, silenziose e non sporcano.

Certo, non ti fanno le feste quando rientri, ma alle coccole potrete pensarci voi. Sempre meglio che avere un partner esasperato dai mugolii del cucciolo, dal gatto che gli mangia il divano, dalla continua manutenzione del suggestivo e costosissimo acquario con costosissimi pesci che galleggiano a pancia in su.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: