Gattari da legare: Primi giorni di scuola

huntingHo avuto, recentemente, la possibilità di rinfrescarmi la memoria sull'educazione impartita dalle madri ai micini. Dopo aver cercato invano di dormire, la gatta oggetto delle mie attenzioni si è arresa: comodamente distesa in un vaso (mio), è stata assalita dai quattro cuccioli che, uno alla volta, le sono balzati addosso costringendola a svegliarsi.

Innervosita, ha deciso di sfruttare l'occasione per insegnare un po' di lotta: afferrato il figlio più insistente al collo, gli ha dato dei colpetti con le zampe posteriori. Il cucciolo ha miagolato, e la madre ha mollato la presa, mentre gli altri fratellini guardavano sorpresi. Appena libero, il gattino si è rimesso in piedi, barcollante, ha dato un'occhiata al fratello più vicino e gli è saltato alla gola, come aveva fatto un attimo prima la madre con lui. Come per un contagio, tutti i gattini hanno iniziato a lottare, aggredendosi a vicenda e imitando la tecnica della madre.

Presa dall'euforia, ho cercato di lanciarmi nella mischia, venendo ignorata come la nerd più nerd della scuola durante la ricreazione. Essendo il mio sogno più segreto quello di lanciarmi come una rockstar da un palco su una folla di gattini, la mia frustrazione è stata notevole, e non ho potuto far altro che fingere di aver qualcosa da fare di urgente, per sottrarmi all'umiliazione. La madre, intanto, ha ripreso posizione nel vaso (sempre il mio) e ha chiuso gli occhi soddisfatta.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail