Le poche regole per far vivere bene un coniglio

È ormai un mio pensiero fisso da tempo: gli animali si accontentano di poco, pochissimo per essere felici. Tra questi c'è il coniglio, che necessita di poche accortezze per essere l'animale più buono e dolce del mondo.

Per prima cosa un coniglio in gabbia è un coniglio infelice: il coniglio vive libero, non necessita nemmeno che voi acquistiate una gabbia. Creategli un angolino tutto suo in una stanza: ponete a terra un tappetino in cotone e sopra una vaschetta in plastica dura con pellet e abbondante fieno. Quella sarà a sua lettiera e il punto in cui andrà a fare i bisogni. Serve poi una ciotola dell'acqua (no un beverino poiché potrebbe danneggiarsi i denti) e una grossa ciotola (parliamo di un diametro trenta centimetri almeno) in cui metter le verdure (ovvio che potete metterle anche direttamente sul tappetino, senza alcuna ciotola!). Questo è l'occorrente e la base da cui partire per accogliere un coniglio in casa.

Come cibo, non vi sarà certo complesso procurarvene: fieno molto abbondante e sempre a disposizione di buona qualità, oltre a verdure fresche ogni dì. Volontariamente non nomino mix di semi: dannosi per l'intestino e per i denti dell'animale.

Di base date sedano e finocchio (per mantenere la motilità intestinale) più una terza verdura (o più di una) da abbinare. NON pesate le verdure: soprattutto in estate è bene che l'animaletto abbia a disposizione sempre e comunque abbondante verdura per rifocillarsi e mantenersi bene idratato. Ormai mi sono abbastanza "tarata" su quanta verdura mangia la mia coppia di conigli (due coniglietti di due chili circa ciascuno, direi che sono di "taglia media" come stazza), per darvi un'idea: un ciuffo intero di sedano (gambo e foglie) più un finocchio a testa al dì+ due cespi di radicchio rosso+ un'altra verdura che può essere un cespo di insalata romana etc etc. La ciotola non deve essere MAI vuota: la mattina dovete trovare qualche avanzo, altrimenti significa che bisogna aumentare le dosi.

La casa va messa in sicurezza ma, a meno che non abbiate una centrale a casa vostra, direi che solitamente la maggior parte del lavoro riguarda il coprire i cavi della corrente.

Dal punto di vista della salute, un coniglio per essere sereno e tranquillo deve essere sterilizzato (in caso poi delle femmine, la sterilizzazione è un enorme gesto di amore nei suoi confronti: la piccola altrimenti rischia tumori, cisti ovariche, piometra etc etc) e vaccinato. Esistono vaccini semestrali da fare.

Ovviamente, come ogni animaletto, ha dei costi da sostenere: prendete sempre un essere vivente con estrema responsabilità!

  • shares
  • Mail