I gatti come confidenti speciali, una poesia di Josef Guggenmos

Il poeta tedesco Josef Guggenmos (1922-2003) ha scritto una poesia dal titolo “Ai gatti puoi dire tutto” in cui parla dei segreti che i gatti sanno mantenere.

I gatti come confidenti speciali, una poesia di Josef Guggenmos

I gatti spesso sono nostri confidenti e consiglieri. Per quel che riguarda i loro consigli, sta a noi capire cosa ci dicono: loro sanno sempre cosa è meglio, ma noi possiamo sbagliare a interpretarli. Quindi, mai dare la colpa al gatto!

Come confidenti, poi, sono impagabili: stanno lì che ascoltano quello che abbiamo loro da dire. Certo, potrebbero usare quello gli confidiamo contro di noi, ma siamo noi a pensare male, non certo loro!

Alle confidenze che si fanno ai gatti è dedicata una delicata poesie di Josef Guggenmos (1922-2003), poeta tedesco e autore di libri per bambini. Guggenmos ci parla di una ragazza che, salendo le scale, stringe tra le braccia un gattino grigio e gli sussurra un importante segreto matematico, esortandolo a non svelarlo a nessuno! Il poeta rassicura la ragazza: con i gatti i segreti sono al sicuro! E ci chiediamo noi: e i segreti dei gatti con noi sarebbero al sicuro? Forse è per questo che non ce li dicono mai…

Ai gatti puoi dire tutto

Sulle scale una ragazza
tiene un gattino grigio in braccio.
“Tre per tre fa ventidodici”,
gli sussurra all’orecchio.
“Ma non dirlo a nessuno!”
lo esorta seria seria.

Ma non c’è da preoccuparsi
su cosa dire o non dire:
ai gatti puoi dir tutto,
tutto quello che sai.
Tanto i tuoi segreti
non li diranno mai!

Foto | Joybot via photopin cc

  • shares
  • Mail