Coniglio: lo prendo o non lo prendo?

Coniglio: lo prendo o non lo prendo?

Le valutazioni da fare prima di scegliere un coniglio come amico


Se siete alla vostra prima esperienza ci sono svariate domande più che legittime che vi state probabilmente ponendo. I conigli sono animali adorabili, ma bisogna saperli tenere estremamente curati poichè sono molto delicati. Dunque fare anche un conto su quanto sarà il mantenimento, tra cibo e cure veterinarie è d’obbligo.

Prima di tutto il coniglio ha bisogno di vivere libero: la vostra casa dovrà essere “a norma di coniglio” ovvero principalmente senza cavi volanti in giro o elementi pericolosi a terra. Se avete un piccolo giadrino, ben venga, purchè il coniglio sia protetto da eventuali predatori, e non ci siano vie di fuga evidenti. Naturalmente badate sempre alle temperature: ogni sbalzo può diventare un problema.

Il piccolo avrà in casa un suo “angolino dedicato” con lettiera composta da pellet e abbondante fieno. Questi due elementi sono facilissimamente reperibili e assolutamente non dispendiosi. Ogni giorno il coniglio deve avere a disposizione abbondante verdura fresca, di cui la base sono finocchi e sedano: contate dunque una spesa settimanale che comprenda questi elementi che devono essere forniti 7 giorni su 7.

Importantissimo è avere un veterinario specializzato in animali esotici di riferimento, quanto meno per i vaccini semestrali che, ovviamente, hanno un costo. D’obbligo la sterilizzazione delle femmine che hanno un’incidenza di tumore all’utero pari all’80%: se un problema si può evitare alla radice, direi che è buona cosa farlo subito. Nei maschi, come suggerito da ogni veterinario, la sterilizzazione aiuta a “tranquillizzare” il piccolo e a rendere i suoi bisogni meno odorosi.

Come ogni essere vivente, naturalmente anche il coniglio necessita di tempo e risorse: prendete a ragion veduta la vostra decisione!

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog