Calcoli nel riccio: cause, sintomi e terapia

Calcoli nel riccio: cause, sintomi e terapia

I ricci possono soffrire di calcoli nelle urine? Tecnicamente sì, come tutti gli altri animali, ma in letteratura non ci sono molte indicazioni in merito.

Anche i ricci possono soffrire di calcoli. Per quanto riguarda la salute dei ricci, in letteratura c’è poco materiale a disposizione. Tuttavia è possibile che anche loro soffrano di cistite con annessi calcoli o uroliti. E’ importante saper riconoscere i primi sintomi di queste problematiche non solo per impostare una terapia corretta, ma anche per correggere eventualmente la dieta. Ecco cause, sintomi, diagnosi e terapia dei calcoli nei ricci.

Calcoli nel riccio: cause e sintomi

Come vi dicevo, si sa poco di cistite e calcoli nei ricci. Mentre in cani, gatti, conigli e furetti sono abbastanza studiati e c’è diverso materiale in letteratura, nei ricci c’è proprio poco. Più che altro si tratta di dati anedottici, di casi che capitano sporadicamente.

Difficile dire quali siano le cause dei calcoli o urolitiasi nei ricci: molto probabilmente una dieta non corretta può causare la formazione di calcoli. Considerate che spesso l’alimentazione dei ricci si basa sull’uso di crocchette per cani e gatti. Se vengono utilizzate crocchette ricche di minerali e magnesio, è possibile che a lungo andare il riccio comincia a formare cristalli e successivamente calcoli.

Questi sono i sintomi attraverso i quali capire se il riccio ha dei calcoli:

  • atteggiamenti di cistite, quindi vedete che il riccio va spesso a fare pipì, ma ne fa poca per volta
  • presenza di sangue nelle urine
  • stranguria
  • espulsione di calcoli

Calcoli nel riccio: diagnosi e terapia

Se notate del sangue nelle urine del vostro riccio, portatelo subito dal veterinario insieme a un campione di urine (servono le urine, non il panno o la traversa sporca di urina, con quella il veterinario ci farà poco: non può strizzarla per prendere le urine già assorbite). Il che non sarà certo facile, ma non impossibile da fare. Ricordatevi anche di indicare al veterinario la marca del mangime che il riccio sta consumando.

Oltre alla visita e all’esame delle urine, il veterinario provvederà a fare radiografie e ecografia addominale al riccio (nei limiti del possibile) per visualizzare i calcoli. Inoltre provvederà ad escludere anche altre malattie che possono provocare la comparsa di sangue nelle urine, come la piometra o i tumori uterini nei ricci femmina.

La terapia per i calcoli del riccio prevede la somministrazione di antibiotici per curare la cistite (se di origine batterica) e la correzione della dieta per cercare di sciogliere i calcoli. La chirurgia per la rimozione dei medesimi viene riservata ai casi più gravi.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog