• Petsblog
  • Gatti
  • Coloboma nel gatto o agenesia palpebrale: cause, sintomi e terapia

Coloboma nel gatto o agenesia palpebrale: cause, sintomi e terapia

Coloboma nel gatto o agenesia palpebrale: cause, sintomi e terapia

Esiste una forma di coloboma congenito e genetico nel gatto con agenesia delle palpebre: ecco cause, sintomi e cosa fare.

Con il termine di coloboma in medicina si intende una malformazione di una delle strutture dell’occhio (causata da un difetto di chiusura della fessura coroide dei feti durante le prime fasi della gravidanza): iride, coroide, palpebre, retina e nervo ottico. In medicina felina è stata descritta una forma di coloboma nel gatto con agenesia palpebrale. Andiamo dunque a scoprire cause, sintomi, diagnosi e terapia del coloboma nel gatto con agenesia delle palpebre.

Coloboma nel gatto: cause e sintomi

Il coloboma nel gatto con agenesia delle palpebre è una malformazione congenita dei felini che presenta un difetto di sviluppo di parti più o meno estese delle palpebre superiori. Solitamente colpisce il canto laterale ed è bilaterale come presentazione. Può colpire tutte le razze di gatti, incluso l’europeo comune, ma è particolarmente frequente nel Persiano e nel Burmese.

Talvolta capita che il coloboma nel gatto con agenesia delle palpebre si manifesti associato ad altre malformazioni oculari:

  • persistenza della membrana pupillare
  • colobomi del fondo dell’occhio
  • displasia della retina

Quello che accade è che nella parte delle palpebre colpita dal coloboma, mancando questa parte delle palpebre, si ha maggior esposizione dell’occhio all’ambiente esterno e maggior contatto col pelo. Questo provoca come sintomi:

Coloboma nel gatto con agenesia palpebrale: diagnosi e terapia

Se notate un’anomalia strutturale nelle palpebre del vostro gatto, fatelo presente al vostro veterinario. Dopo averlo visitato, probabilmente richiederà un consulto con un veterinario oculista per confermare la diagnosi di coloboma e controllare che non ci siano altre anomalie connesse. Il coloboma nel gatto non è, di per sé, curabile: si trattano i sintomi man mano che si presentano.

Importante è evitare che i gatti affetti da coloboma si riproducano in quanto trasmetterebbero la malattia alle successive generazioni.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog

Feline Resorptive Lesions – Tails First veterinarian demonstrates FORL in a cat