Come proteggere il coniglio dal caldo

I conigli soffrono più il caldo del freddo: vediamo qualche metodo semplice per proteggerli dall'afa di questi giorni.

Il clima ha avuto recentemente un cambio improvviso: siamo passati da una piovosa e fresca primavera, interrotta da una dirompente estate caldissima. I conigli soffrono molto gli sbalzi di temperatura, e in particolare mal sopportano il caldo. Vediamo come aiutarli a meglio sopportare il calore.

Il coniglio trova la sua "termoregolazione" per mezzo delle orecchie: il primo e più immediato aiuto che possiamo dargli è inumidirne la parte esterna facendo attenzione a non far penetrare l'acqua all'interno dell'orecchio( questo infatti potrebbe provocargli otiti o infezioni).

Facciamo in modo tale che la verdura fresca sia sempre a disposizione: non somministriamola solo una volta al giorno, ma almeno ogni dodici ore, di modo tale che resti ben "succosa" e ricca di acqua. Badate bene che il coniglio non abbia a disposizione verdura appassita: ormai inutile dal punto di vista della reidratazione del piccolo lagomorfo.

Altro metodo di sollievo immediato è una bottiglia di acqua ghiacciata avvolta in un panno. La bottiglia è stazionata nel congelatore fino a che il contenuto non è proprio ghiaccio puro: potete usare quelle da mezzo litro, inserendole a rotazione nel congelatore, così che il coniglio ne abbia sempre un disponibile. Appoggiate l'involto a terra e, solitamente, il coniglio si distende al suo fianco.

Inutile e superfluo, spero, dirvi di NON tenerli in balcone sotto al sole diretto: devono SEMPRE essere presenti zone d'ombra e comunque un coniglio che vive parecchio tempo fuori deve avere un riparo adeguato dove andare a sonnecchiare, rinfrescato a dovere e sempre con verdure fresche a disposizione.

Naturalmente, se avete un ventilatore o un condizionatore va benissimo accenderlo, senza puntarlo direttamente sul coniglio (nel caso del ventilatore occhio che il coniglio non si sgranocchi per bene il filo!).

Ricordiamoci che una temperatura sopra ai 28 gradi provoca un colpo di calore ai piccoli roditori e ai lagomorfi: dato che il rimedio è a portata di mano, non mettiamo inutilmente in pericolo i nostri piccoli amici pelosi. Vi ricordo le informazioni tecniche sul colpo di calore, trattate dalla nostra veterinaria!

  • shares
  • Mail