Sei punti (e mezzo) per i nostri pet contro i botti


Anche quest'anno ci ritroviamo alle porte della notte di San Silvestro. Apprendiamo con piacere che molte realtà locali hanno fatto molto per tutelare i nostri amici animali emanando ordinanze "anti-petardi" ma sappiamo bene che la mamma dei cretini è sempre incinta e, quindi, per quanto ci si possa sforzare con delle leggi, non saremo mai totalmente al riparo dai soliti soggetti che si divertono facendo scoppiare i petardi.

Angelo Vaira, noto educatore cinofilo, ci spiega come tutelare i nostri amici animali durante questa lunga nottata:


  1. Tenete il cane in casa: anche se è abituato a vivere in giardino è stupido lasciarcelo in un'occasione così particolare, soprattutto se ha paura dei botti. Anche il cane tenuto legato corre enormi rischi visto che, per la paura, potrebbe soffocarsi con la catena.

  2. Create un ambiente "sicuro": Chiudete le finestre, abbassate le tapparelle, accendete luci e televisione (ad un volume un po' più alto del solito per coprire, almeno parzialmente, i rumori esterni)

  3. Giocate con il vostro cane: giocare e fare esercizi lo rilassa e lo diverte, gli fa percepire che i botti non sono cose di cui ci si deve preoccupare, e lo fa stare tranquillo

  4. Mostratevi sereni e tranquilli: il vostro cane percepisce le vostre emozioni e se siete sereni voi lo sarà anche lui

  5. Microchip e medaglietta: mentre il primo è obbligatorio per legge la seconda no ma è molto consigliata se il vostro cane scappa

  6. Parlate con un esperto: se è il vostro cane è un cucciolo e questo è il suo primo Capodanno vedete come reagisce. Se la cosa si ripete ogni anno parlate con un esperto per trovare la soluzione più adatta al vostro cane.

Il "mezzo" punto è una cosa più sociale che pratica. Diffondete la cultura del non sparare petardi. Insegnatelo ai vostri figli, ai vostri parenti, ai vostri amici. Solo così potremo migliorare tutti le cose.

Via| Angelo Vaira
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail