Pessimo bilancio per i botti di Capodanno per cani e gatti


Anche uno sarebbe stato di troppo, figuratevi quanto lo possono essere 237. Stiamo parlando di cani e gatti vittime dei botti di Capodanno. I telegiornali ci hanno fatto sapere di persone morte o gravemente ferite a causa degli stupidi petardi, era facilmente ipotizzabile che anche i nostri amici pets non avessero avuto sorte migliore. nonostante tutti gli appelli, le ordinanze e le campagne informative, è sempre alto il numero degli incidenti causati dai botti. Stando ai dati AIDAA, alle 16 di ieri, i casi di denuncia per cani e gatti passati a miglior vita a causa dei botti (non è dato sapere se per causa diretta o indiretta) erano, appunto, di 237 animali morti e di quasi mille animali fuggiti per la paura.

Nonostante questi numeri, però, si può parlare comunque di un dato, se vogliamo, incoraggiante rispetto a quanto accaduto lo scorso anno dove il numero di animali deceduti è stato oltre il doppio. Le regioni dove il numero di animali deceduti è stato maggiore sono quelle del sud Italia con, in testa in questa poco edificante classifica, Campania, Puglia e Sicilia (anche considerando l'alto tasso di randagismo e, quindi, di cani senza un tetto sotto cui ripararsi). Per i casi di fuga, invece, i "primati" spettano a toscana, Lombardia ed Emilia Romagna. Un bilancio più preciso, però, potrà essere fatto solamente nei prossimi giorni quando si riceveranno i dati dei piccoli animali e degli animali di bosco.

Via| Corriere.it
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail