Lei si diverte in piscina mentre il cane rimane ore in auto

Lei si diverte in piscina mentre il cane rimane ore in auto

Sicuramente avrà pensato che un pomeriggio in piscina fosse una bella idea, la trentacinquenne di Rovereto che, lo scorso 14 luglio ha deciso di andare a rinfrescarsi. La notizia è di quasi un mese fa ma tra poco scoprirete perchè viene diffusa solo ora. La trentacinquenne che chiameremo, per comodità, Maria, ha deciso, in uno […]



Sicuramente avrà pensato che un pomeriggio in piscina fosse una bella idea, la trentacinquenne di Rovereto che, lo scorso 14 luglio ha deciso di andare a rinfrescarsi. La notizia è di quasi un mese fa ma tra poco scoprirete perchè viene diffusa solo ora. La trentacinquenne che chiameremo, per comodità, Maria, ha deciso, in uno dei giorni più caldi dell’anno di andare a farsi un bel tuffo in piscina. C’era, però, un piccolo “ostacolo” tra lei e la sua voglia di svago: il cane. Non potendolo, probabilmente, lasciare a casa, Maria ha deciso di portare il cane con se. C’era però il problema che il cane non poteva entrare in piscina e ha avuto la bella pensata di lasciarlo da solo in auto e il tutto senza considerare l’orario: dalle 10 alle 16. Ben sei lunghe ore, le più calde della giornata.

Una pattuglia di vigili urbani, probabilmente avvisati da qualche cittadino preoccupato, ha provato a rintracciare la ragazza, anche attraverso gli altoparlanti della piscina, senza però tuttavia avere successo. Vista la situazione ormai al limite del povero cane, ha deciso di chiamare i Vigili del Fuoco per far aprire la portiera dell’auto e rifocillare l’assetato cane. I vigili urbani hanno, comunque, fatto il loro dovere e hanno denunciato Maria per abbandono. In questi ultimi giorni, a carico della donna, è stata chiesta una condanna penale con un’ammenda di 1000 euro. Per voi è una punizione equa alla colpa? Avreste proposto qualcosa di più severo?

Via| ADIGE
Foto| Flickr

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog